Ruba un telefonino da 750 euro ma poi si pente e lo restituisce, ritirata la denuncia

Responsabile del gesto una donna di mezza età, che si aggirava nei giorni scorsi con fare sospetto nel centro di Senigallia indossando maglia e pantaloni mimetici e che era stata segnalata a varie forze di polizia della città

Ruba il cellulare da 750 euro ma poi si pente e chiede scusa. E' successo a Senigallia, dove la donna responsabile del furto è stata rintracciata.

Era stata segnalata nei giorni passati a varie forze di polizia di Senigallia una donna di mezza età che si aggirava con fare sospetto nel centro città indossando maglia e pantaloni mimetici. 

Poi sabato pomeriggio scorso un giovane ha denunciato con una chiamata al 113 di essere stato derubato, all’interno di una tabaccheria del centro, del proprio telefonino IPhone5, del valore di 750 euro, da una donna che ha descritto fisicamente, che indossava maglia e pantaloni di colore mimetico e che si era allontanata a bordo di una bici.

Mentre la polizia stava effettuando i controlli in varie zone del centro città in seguito alla chiamata, al giovane derubato su un’altra utenza telefonica, è giunto, in risposta, un messaggio - dal numero corrispondente al telefonino rubato - in cui la persona, che verosimilmente aveva commesso il furto, si scusava per il gesto. 

Dall'identificazione, il "ladro pentito" è risultata una donna residente a Senigallia, la quale, giustificando in modo maldestro il proprio comportamento, si è scusata con il ragazzo e ha restituito il telefonino. Il giovane, visto il gesto ed avendo recuperato il telefonino, non ha sporto denuncia contro la donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento