Cronaca Stazione / Via Marconi Guglielmo

Evade dai domiciliari e ruba una bici: arrestato in via Marconi

Ha percorso circa un paio di chilometri con una bicicletta rubata prima di arrendersi ai poliziotti che lo hanno bloccato in Via Marconi. Ha fornito false generalità per tentare di coprire l'evasione

Via Marconi, Ancona

Ha percorso circa un paio di chilometri con una bicicletta rubata prima di arrendersi ai poliziotti delle Volanti che lo hanno bloccato in Via Marconi: si tratta di C.A., pescarese di 46 anni, domiciliato in provincia di Teramo, arrestato ieri sera per furto aggravato, evasione dagli arresti domiciliari e false dichiarazioni sulla propria identità.
 
Erano le 21.30 circa, quando un dipendente di un bar del centro chiamava il 113 avvertendo la Polizia del furto della sua bicicletta ad opera di un uomo che, dopo avergli chiesto qualcosa da mangiare, aveva approfittato di un attimo di distrazione per impadronirsi del mezzo e darsi alla fuga insieme alla sua compagna, anch'essa residente nel pescarese.
 
Gli Agenti delle Volanti, diretti dal V.Q.A. Cinzia Nicolini, hanno intercettato i due ladri in Via Marconi fermandoli mentre cercavano di allontanarsi in direzione della Stazione, con la donna seduta sulla canna della bici.
Preso in castagna l'uomo ha cercato di fornire false generalità, perché essendo sottoposto agli arresti  domiciliari avrebbe dovuto trovarsi a casa sua, in Abruzzo.
Non c'è voluto molto però agli agenti della scientifica per smascherare la sua identità e consegnarlo ai colleghi per l'arresto.
 

Questa mattina il Tribunale di Ancona lo ha condannato a 6 mesi di reclusione, con pena sospesa. Allontanato dal Comune di Ancona con Foglio di Via Obbligatorio emesso questa mattina dal Questore di Ancona, non potrà tornare in questo capoluogo per tre anni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari e ruba una bici: arrestato in via Marconi

AnconaToday è in caricamento