rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca

"Rosso invisibile", una mostra contro la violenza sulle donne. Esposte 37 opere, alcune realizzate anche da uomini

Taglio del nastro a Palazzo delle Marche con il professore Stefano Papetti. La presidente della commissione pari opportunità: «Porteremo le scuole a visitarla»

ANCONA - “Questo non è amore”, “Il coraggio di vivere”, “Abbi cura di te”, “Io ho le ali”. Sono alcuni dei titoli delle opere protagoniste della mostra collettiva “Rosso invisibile, violenze nascoste”, promossa dalla Commissione regionale per le pari opportunità nell’ambito delle iniziative per la Giornata internazionale dei diritti delle donne. Allestita al primo piano di Palazzo delle Marche, l’esposizione è stata inaugurata dalla presidente della commissione pari opportunità Maria Lina Vitturini, con l’intervento dello storico e critico d’arte Stefano Papetti, alla presenza di diversi consiglieri regionali. «Un mostra manifesto contro la violenza di genere – l'ha definita  Vitturini – che si unisce alle tante iniziative promosse dalla Commissione in occasione dell’8 marzo, una giornata di riflessione senza retorica sulle conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, ma anche su quanto ancora deve essere migliorato, con lo sguardo su ciò che accade nel resto del mondo, dall’Afghanistan all’Iran». Spaziando dalla pittura alla scultura, dai ritratti alla pura astrazione, sono 37 le opere esposte realizzate da 31 artiste e 7 artisti.

«Una cospicua quota azzurra – ha sottolineato  Papetti – e il fatto che anche artisti uomini si soffermino su questo tema è qualcosa che fa ben sperare per il futuro». Dopo aver tracciato un excursus sul protagonismo femminile nella storia dell’arte, dall’antichità ad oggi, Papetti ha introdotto la mostra richiamando il titolo, “con il rosso come il sangue simbolo della violenza, ma anche del fuoco, della forza vitale, della rinascita”, augurandosi infine che l’esposizione possa diventare itinerante, toccando altre città delle Marche, come Ascoli. Sono intervenuti i consiglieri regionali Mirko Bilò, Giacomo Rossi, Marco Ausili, Lindita Elezi e Simone Livi, che al termine dell’evento hanno consegnato agli artisti gli attestati di partecipazione. La mostra, aperta fino al 7 aprile, è stata curata dall’artista Isabela Seralio, dell’associazione culturale “Arte and Dream”, e il taglio del nastro è stato preceduto dalla lettura di brani poetici di tre giovani attrici, Giulia Ciuffetti, Lucrezia Donzelli e Sofia Tassotti, e dall’esibizione di danza di Josè Greco jr, presentati da Elisa Ravanesi. «Porteremo gli studenti a visitare questa mostra – ha promesso Vitturini –. Abbiamo già invitato le prime scuole».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rosso invisibile", una mostra contro la violenza sulle donne. Esposte 37 opere, alcune realizzate anche da uomini

AnconaToday è in caricamento