Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Municipale, ronde fino all'una di notte: i sindacati frenano

Le rappresentanze dei vigili urbani sulla proposta del turno dalle 19 all'una di notte: vigili non protetti e problemi di organico. Intanto i residenti delle frazioni pensano di rivolgersi alla vigilanza privata

La volontà del Comune di Ancona di estendere le ronde della Polizia Municipale fino all'una di notte, per garantire più sicurezza non sono nel circuito urbano ma anche nelle frazioni, non piace ai sindacati.
la proposta era stata lanciata in seguito all'ondata di furti che aveva colpito in modo particolare i paesi attorno ad Ancona, che nel giro di un paio di settimane erano stati tutti oggetto di visite sgradite da parte di una - ancora - non meglio identificata banda di topi d'appartamento.

Dopo un primo tentativo di pattugliamento notturno nonstop, subito sospeso per l'altolà delle forze sindacali, l'Amministrazione comunale aveva cercato un compromesso: estendere le ronde dei vigili urbani fino all'una di notte. Ma su questo punto i sindacati esprimono perplessità: innanzitutto c'è la questione della sicurezza personale degli agenti (la possibilità di armare i vigili è infatti ancora in discussione), e poi ci sarebbero problemi di organico, e per avere il turno dalle 19 all'una si dovrebbe rinunciare ad altri servizi nel giorno seguente. Oggi i rappresentati dei vigili incontreranno l'assessore alla sicurezza Signorini, proprio per cercare una via d'uscita all'empasse.

 I RESIDENTI. Intanto gli abitanti di Candia, Sappanico, Montesicuro e Gallignano non sono certo rimasti ad aspettare la risoluzione delle controversie a Palazzo del Popolo, e si sono organizzati in un "Comitato sicurezza e legalità". L'idea è quella di sottoscrivere a spese di comitato e residenti un accordo con una forza di vigilanza privata, per poter sopperire alla scarsità dei controlli delle tradizionali forze dell'ordine.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipale, ronde fino all'una di notte: i sindacati frenano

AnconaToday è in caricamento