Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Il Rompiscatole: “Torrette e il carro dei vincitori”

Sulla pagina del noto gruppo Facebook la questione era in discussione dal 2010: “Sembra una gara: tutti pronti a mettere la firma sul primo piccolo risultato per L'Ospedale Regionale!”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“Sembra una gara: tutti pronti a mettere la firma sul primo piccolo risultato per L'Ospedale Regionale! Una nuova viabilità per ambulanze, bus e traffico privato. Si va dall'Assessore Signorini, in carica da pochi mesi, al gruppo API che ringrazia per il "suo" progetto, definito invece idea di un funzionario dei VVUU dopo la riunione. Quanti papà per questa semplice ma efficace idea! E prima ancora che il "bimbo" nasca! Vogliamo dire le cose come stanno?

A nostra memoria il primo a depositare ufficialmente il progetto fu Maurizio Ricci (Conerobus) circa 3 anni fa. Ma rimase a lungo nel cassetto. Nel 2010 Il Rompiscatole iniziò a "scassare" chi di dovere prima con una raccolta firme (email), poi con video e foto, fino a chiedere aiuto a due Consiglieri Regionali, Busilacchi e Zinni che, rompendo il silenzio delle autorità locali, hanno preso a cuore la questione convocando Assessore, Comandante Paolini VVUU e Direttore Generale Galassi. Questo alcune settimane fa.

Se normalmente la proposta di un cittadino viene affossata da mire probabilmente politiche, tanto da non citarlo neanche e, sarà un caso, proporre la stessa cosa, col Rompiscatole non funziona così.

Noi siamo fieri di poter ringraziare il Sig. Ricci, innanzitutto per essersi mosso in prima persona e non certo durante una crisi politica. Poi ringraziamo i tanti che nella nostra pagina hanno commentato con ulteriori suggerimenti utili, come la sosta rapida per chi davvero ne ha bisogno, o la fermata bus senza intralci per le ambulanze; cose inserite infatti nel progetto accettato.

Giù le mani pertanto dai meriti che il nostro amico neanche si voleva prendere e da chi davvero ci ha dato una mano concreta, dopo centinaia di mail andate a vuoto. Mettetevi il cuore in pace: se si muove qualcosa a Torrette dopo 20 anni il merito è innanzitutto dei cittadini e di chi in quella zona, ci transita per lavoro [chissà quante volte è stato segnalato il problema ai vertici Conerobus...]. Alla fine, come dice Ricci, l'importante è che si faccia”

Gruppo Rompiscatole

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rompiscatole: “Torrette e il carro dei vincitori”

AnconaToday è in caricamento