Cronaca

Goletta Verde presenta i risultati del monitoraggio: inquinamento a Torrette

Otto punti fuorilegge sui dodici monitorati, di cui cinque campionamenti "fortemente inquinati" alle foci di fiumi e torrenti a Pesaro, Fano, Ancona, Porto Recanati e Porto Sant'Elpidio

Goletta Verde

È un quadro a tinte fosche quello emerso dalle analisi dei biologi di Goletta Verde sullo stato di salute del mare marchigiano. Per ben otto campionamenti su dodici, infatti, i monitoraggi scientifici hanno evidenziato cariche batteriche di molto superiori a quelle consentite dalla normativa. In cinque punti, in particolare, il riscontro è di acque “fortemente inquinate”: nei pressi della foce del fiume Tavollo a Pesaro, della foce del Torrente Arzilla a Fano, della foce del canale presso Stazione Torrette di Ancona, della foce del fiume Musone a Porto Recanati e del Fosso Castellano a Porto Sant’Elpidio.
Gli altri tre punti, inquinati, invece, sono quelli campionati nei pressi della foce del Fosso Asola a Civitanova Marche, della spiaggia foce torrente Menocchia a Cupra Marittima e della foce del torrente Ragnola a San Benedetto del Tronto. Gli esiti delle analisi dimostrano la presenza di scarichi non depurati adeguatamente con presenze di escherichia coli e enterococchi intestinali al di sopra dei valori consentiti dalla normativa vigente. Sotto accusa ancora una volta foci dei fiumi e canali, che dimostrano delle carenze depurative, risultato di un insufficiente trattamento dei reflui, soprattutto dei comuni interni.

È questa la fotografia scattata da Goletta Verde, la celebre campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, realizzata anche grazie al contributo del COOU, Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati che da venerdì ha fatto tappa nelle Marche oltre che per verificare lo stato di salute del mare, anche per puntare l’attenzione sulla cementificazione delle coste e il consumo di suolo e sulla necessità di avviare, per la tutela delle specie marine e per gli stessi operatori di settore, un sistema di pesca sostenibile e per rilanciare la costituzione delle aree marine protette del Conero e del Piceno. L’istantanea regionale sulle analisi dell’equipe di biologi di Legambiente, è stata presentata questa mattina, in conferenza stampa nell’Aula del Mare al Porto di Ancona, da Katiuscia Eroe, portavoce di Goletta Verde, Leonello Negozi, della segreteria Legambiente Marche e da Francesca Pulcini, responsabile Campagne Legambiente Marche.

I biologi di Legambiente a metà giugno hanno passato al setaccio foci di fiumi e torrenti ma anche spiagge segnalate dai cittadini, senza per questo volersi sostituire al ruolo delle Istituzioni preposte, ma per scattare un’istantanea che consenta di verificare anche l’apporto inquinante che arriva dai fiumi. Proprio per questo preoccupa la situazione riscontrata nelle Marche dove ben otto campionamenti rispetto ai dodici complessivi sono risultati con un valore di carica batterica oltre i limiti consentiti.

ANCONA.  Tre i campionamenti in provincia di Ancona. Due i prelievi effettuati nella città capoluogo e per uno di questi le analisi hanno rilevato acque “fortemente inquinate” nei pressi della foce del canale Stazione Torrette, in località Torrette di Ancona; mentre entro i limiti sono risultate quelle analizzate nei pressi della spiaggia di Portonovo, in località Portonovo di Ancona.
Nessun problema riscontrato anche nell’altro prelievo effettuato nei pressi della spiaggia Ponte Rosso, al lungomare Dante Alighieri del comune di Senigallia.

OLIO. A contatto con l’acqua, l’olio lubrificante usato crea una patina sottile che impedisce alla flora e alla fauna sottostante di respirare. Nel 2012 nelle Marche, il Consorzio ha raccolto 6.063 tonnellate di oli lubrificanti usati, 3.118 delle quali in provincia di Ancona.

Ancona

Senigallia

Zona Ponte Rosso

Spiaggia Ponte Rosso - lungomare Dante Alighieri

Entro i limiti di legge

Ancona

Ancona

Torrette di Ancona

Foce del canale Stazione Torrette

FORTEMENTE INQUINATO

Ancona

Ancona

Portonovo

Spiaggia di Portonovo

Entro i limiti di legge

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Goletta Verde presenta i risultati del monitoraggio: inquinamento a Torrette

AnconaToday è in caricamento