Cronaca

Ristoranti abusivi a Portonovo, ma il Tar ha deciso: Anna riapre

Una boccata d'ossigeno per i commercianti di Portonovo e una vera gioia per i titolari di "Anna" che, altrimenti, avrebbero dovuto chiudere l'attività. Dunque la stagione estiva è salva, almeno fino a settembre quando il Tar entrerà nel merito

Lorenzo Flauto davanti "Da Anna"

Chi più chi meno, restano abusivi, ma da oggi si possono riapparecchiare i tavoli di "Da Anna", "Emilia" (a cui viene contestata la veranda) e "Pesce Fuor D’Acqua" (a cui viene contestato un ampliamento della sala ristorazione). Stamattina il Tar ha accolto le richieste degli avvocati, congelando le sospensioni delle autorizzazioni commerciali avviate dal Comune di Ancona. Così i ristoranti potranno tornare a servire nelle aree in cui sono state riscontrate irregolarità, almeno fino al 17 Settembre quando per tutti si discuterà la questione nel merito. Autorizzazione sospesa per Emilia e Pesce Fuor D’Acqua, mentre per Anna é addirittura revocata alla luce della recente decisione del Consiglio Di Stato. La decisione di accogliere le richieste di sospensione interinale immediata delle sospensioni (comunali) è arrivata dal Presidente del tribunale amministrativo Franco Bianchi facendo valere il periculum in mora, cioè l’ipotesi di un danno grave ed irreparabile che, in questo caso, è prettamente economico. Basti pensare ad Anna che, altrimenti, sarebbe dovuto restare chiuso, mandando in fumo investimenti e lasciando a piedi 13 dipendenti. Dunque una boccata d’ossigeno per i commercianti di Portonovo e una vera gioia per i titolari di “Anna”, ormai rassegnati alla chisura, tanto da improvvisare una mega tavolata di pesce fresco per ringraziare e salutare tutti i bagnanti.

COMMENTI DEI RISTORATORI. «Ringraziamo i giudici che si sono messi una mano sulla coscienza - ha commentato con soddisfazione il coordinatore del ristorante “Da Anna” Lorenzo Flauto - Così ci fanno concludere la stagione e ci danno la possibilità di lavorare in modo tale da far fronte agli investimenti fatti». Contento anche il titolare del Pesce Fuor D’Acqua Gianni Nicolini:« Ce l’aspettavamo perché ci sono delle incongruenze ma c’erano anche state delle drastiche accelerazioni da parti del Comune. E siamo certi che potremo anche sanare quelle parti che, comunque sono smontabili». Il Pesce Fuor D’Acqua in questi giorni di sospensione ha anche ricevuto i controlli della Polizia Municipale, ha riscontrato il rispetto dell’ordinanza da parte dei commercianti che, anche oggi, tenevano chiuse le zone irregolari. «Ora lavoriamo un po’ più sereni e forse riapriremo lunedì» ha concluso Nicolini. La titolare del ristorante Emilia ha preferito non commentare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoranti abusivi a Portonovo, ma il Tar ha deciso: Anna riapre

AnconaToday è in caricamento