Rissa in centro tra urla, morsi e colpi proibiti: arrestati quattro studenti

Un altro giovane, minorenne, è stato denunciato denunciato a piede libero. I carabinieri acciuffano tre fuggitivi al pronto soccorso

i carabinieri in via Baroccio

Tutti giovani, tutti stranieri, tutti studenti. In tre contro due a darsele di santa ragione in via Baroccio, in centro a Senigallia. Tra urla, morsi e colpi proibiti per le quali un passante allarmato ha pensato bene di allertare i carabinieri. Protagonisti della rissa di ieri pomeriggio sono un sengalese di 22 anni, un 21enne ghanese e un 21enne gambiano residenti ad Ancona, oltre a un 18enne nigeriano residente a Morro d’Alba e un 17enne marocchino residente a Senigallia. I tre anconetani si sono accaniti contro gli altri due. Quando i carabinieri del Norm sono arrivati sul posto i tre sono scappati lasciando a terra il nigeriano e il marocchino. Erano feriti e sanguinanti. I militari dell'Arma li hanno portati al pronto soccorso. Il 18enne nigeriano ha riportato la frattura di un dito e la perdita di tre denti: ne avrà per 30 giorni. All'altro, i medici, hanno riscontrato un "morso umano sulla fronte": guarirà in una decina di giorni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio mentre i carabinieri erano al pronto soccorso sono apparsi sulla scena i tre fuggitivi. Avevano intenzione di far medicare uno di loro che perdeva sangue dalla testa. Dopo le cure sono stati arrestati tutti quanti, tranne il minore denunciato a piede libero. Il reato per tutti è di rissa aggravata. Al ghanese di 21 anni è stata contestata anche la rapina aggravata perché nella colluttazione ha rubato 50 euro in contanti e un carica batteria per cellulari al nigeriano ferito. Quest'ultimo resta in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria mentre gli altri, dopo l'udienza di convalida di questa mattina, sono stati rimessi in libertà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento