Rissa in spiaggia nella notte, calci e pugni ad un giovane: rintracciati gli aggressori

La polizia ha denunciato un 27enne che si è dato alla fuga con un 20enne

foto d'archivio

L’hanno ricoperto di calci e pugni, poi sono scappati. Ancora un episodio di violenza in piena notte sul lungomare di Palombina. La vittima è un 24enne della provincia di Ancona che, per futili motivi, ha litigato con due soggetti stranieri ed è stato accerchiato e pestato. Gli aggressori sono stati rintracciati dalla polizia: si tratta di un tunisino e un egiziano. 

L’allarme è scattato attorno alle 4 della scorsa notte quando alcuni testimoni hanno contattato il 113 per segnalare una rissa in corso nei pressi di un noto stabilimento balneare. Le Volanti si sono precipitate sul posto e hanno soccorso il 24enne che ha riferito di essere stato malmenato da due extracomunitari al culmine di una discussione dovuta a motivi banali. Gli animi si sono surriscaldati e uno dei due l’ha aggredito con calci e pugni. Poi i due soggetti si sono dati alla fuga. I poliziotti si sono messi quindi alla ricerca degli autori dell’aggressione e, poco dopo, li hanno individuati mentre si allontanavano verso un sottopasso a nord dello stabilimento balneare. Uno dei due, un tunisino di 27 anni, con alcuni precedenti e in regola con le norme sul soggiorno, è stato subito fermato dagli agenti: ha tentato di divincolarsi, sferrando calci ai poliziotti. Inevitabile l’accompagnamento in questura, dove il nordafricano è stato denunciato per resistenza, oltraggio e per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità. Nel frattempo, altre pattuglie hanno continuato i controlli e hanno bloccato il secondo aggressore, un egiziano di 20 anni, incensurato, nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Palombina. Nei suoi confronti al momento non sono scattate denunce. La vittima, pur mostrando alcune ferite al volto, ha rifiutato di essere accompagnato al pronto soccorso e di sporgere denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Furgone travolto da un trattore, addio al "mago" del ferro: Gigi ha donato gli organi

Torna su
AnconaToday è in caricamento