rotate-mobile
Cronaca

Piovono insulti dagli spalti, rissa dopo il fischio finale: animi accesi al Bernacchia

Il post-partita di Real Cameranese-Pietralacroce ’73 è stato caratterizzato da un parapiglia e da diverse espulsioni a causa di qualche parola di troppo volata da ambo le parti

Non è stato un finale di partita facile da gestire quello di Real Cameranese-Pietralacroce, settima giornata del campionato di Seconda categoria girone C. Dopo il triplice fischio, di una sfida terminata 2-0 in favore dei padroni di casa al Bernacchia di Osimo Stazione, da entrambe le parti sono volate parole grosse che sono sfociate in una brutta rissa che fortunatamente non ha prodotto gravi conseguenze ad eccezione di qualche colpo proibito. Nel corso dei novanta minuti non sono mancate neanche le espulsioni per un pomeriggio dagli animi molto caldi.

Tra le due squadre non correva buon sangue anche in relazione all’ultimo precedente andato in scena quest’estate, nel primo turno di Coppa Marche, con il Pietralacroce vittorioso a tavolino per una squalifica non scontata da un tesserato della Real Cameranese. Anche in questo caso, come quanto successo in Piano San Lazzaro-Senigallia Calcio, si attendono le pronunce del Giudice sportivo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piovono insulti dagli spalti, rissa dopo il fischio finale: animi accesi al Bernacchia

AnconaToday è in caricamento