Piano: rissa alla sala giochi, stecche da biliardo impugnate come armi

E' successo il finimondo sabato notte alla sala giochi Terry Bell, in via Pergolesi. Una zuffa che si è allargata fino a coinvolgere mezzo locale, seminando terrore fra gli altri avventori

Stecche da biliardo brandite e usate come armi improprie, così come le sedie. Una rissa che si è allargata fino a coinvolgere mezzo locale, seminando terrore fra gli altri avventori. E’ successo il finimondo sabato notte alla sala giochi Terry Bell, in via Pergolesi.

LA RISSA. A quanto pare tutto è cominciato quando una coppia di turchi ha cominciato a litigare con due romeni che stavano giocando a biliardo per il possesso del tavolo da gioco. I romeni non hanno voluto lasciare spazio agli ultimi arrivati e così ben presto si è arrivati alle minacce, e altrettanto presto dalle parole si è passati ai fatti. Un altro giovane, romeno anche lui, è intervenuto in supporto dei connazionali, e anche altri due giovani si sono uniti alla zuffa per cercare di riportare la calma, ma la situazione era già fuori controllo: le stecche da biliardo erano state impugnate e usate come mazze, e le sedie avevano cominciato a volare. Terrorizzati gli altri clienti, fra i quali una ragazza incinta, che per fortuna non hanno riportato alcuna conseguenza.

Il titolare e un amico hanno cercato di spingere fuori i litiganti, ma c’è voluto l’intervento della Volante della Polizia per riuscire finalmente a sedare la rissa. Identificati tutti i responsabili, persone peraltro già note alle forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento