menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite violenta al Porto: rintracciata e arrestata a Posatora una delle persone coinvolte

Gli agenti lo hanno trovato sanguinante, con ferite lacero contuse guaribili in 7 giorni causate, a suo dire, da una persona a lui sconosciuta durante la rissa. A suo carico è emersa anche un'ordinanza di custodia cautelare

È stato arrestato dagli Agenti diretti dal Vice Questore Aggiunto Cinzia Nicolini K.L., tunisino di 32 anni in Italia senza fissa dimora e clandestino sul territorio italiano.
Il giovane è stato rintracciato dai poliziotti dopo accurati controlli effettuati a seguito della segnalazione di una lite violenta avvenuta nell'area portuale di Ancona: questa mattina infatti, i lavoratori portuali avevano trovato tracce di sangue e avevano immediatamente avvisato le forze dell’ordine.

Gli agenti lo hanno rintracciato a Posatora sanguinante, con ferite lacero contuse guaribili in 7 giorni causate, a suo dire, da una persona a lui sconosciuta durante la rissa. Dopo le cure mediche l'uomo è stato ristretto presso il Carcere di Montacuto a disposizione dell'autorità giudiziaria.

A carico del giovane è emersa anche un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Modena per i reati di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale avvenuti  presso il Centro di Identificazione ed Espulsione di Modena a maggio dello scorso anno.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento