rotate-mobile
Cronaca

Maxi rissa in piazza del Papa, tre bulli andranno a processo

Gli indagati erano otto. Lo scontro, nato da una spedizione punitiva a carico di due fidanzatini, risale a maggio di tre anni fa. Era stato fatto anche un video

ANCONA - Era nata come una spedizione punitiva, contro una coppietta di fidanzati, minorenni, che erano stati aggrediti l’anno prima al porto, durante la notte bianca. I due avevano poi denunciato i fatti facendo individuare i bulli. Quella denuncia non sarebbe mai stata digerita da una baby gang che la sera del 30 maggio 2020 sarebbe tornata all’attacco, in piazza del Papa, aggredendo di nuovo i fidanzatini. In tre rimasero feriti e divettero ricorrere alle cure ospedaliere. Per la polizia, che indagò sull’accaduto, ci sarebbe stato uno scontro tra i fidanzatini e i loro amici e la baby gang, proprio sotto la prefettura. Qualcuno aveva girato anche un video poi postato sui socia. “Guarda che bastonate”, diceva una voce mentre il cellulare riprendeva. Per otto giovani, tutti tra i 18 e i 21 anni all’epoca dei fatti, di Ancona e della Valmusone, la procura ha chiesto il processo ma ieri solo in tre sono stati rinviati a giudizio dal gup Alberto Pallucchini. Il dibattimento per loro si aprirà l’11 gennaio. 

Devono rispondere dei reati di rissa e lesione, per i tre feriti minorenni che lo scontro aveva causato. In due hanno fatto richiesta di messa alla prova ma ieri è mancata la presentazione del percorso che intendono fare quindi il giudice ha dovuto rinviare l’udienza, solo per loro, ad altra data. Lo stesso giudice ha assolto tre imputati: due avevano fatto richiesta di procedere con l’abbreviato e il terzo invece non aveva fatto richiesta di riti alternativi. In piazza del Papa erano volati pugni, calci e anche bottigliate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa in piazza del Papa, tre bulli andranno a processo

AnconaToday è in caricamento