rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Fabriano

Festa di compleanno finisce a botte per un cellulare, in 5 a processo per rissa

Sassi e bottigliate avevano animato la serata conclusa con 13 denunce. Otto erano stati i feriti

FABRIANO - Doveva essere una festa di compleanno ma al momento della torta e delle candeline erano volate bottiglie e sassi. La serata si era trasforma in un ring, con tanto di feriti. A scatenare il caos era stato uno smartphone sparito dalle tasche di uno degli invitati.  Nemmeno i regali erano stati aperti. In compenso era arrivata la polizia del commissariato che al termine delle indagini aveva denunciato all’autorità giudiziaria, per rissa aggravata e lesioni personali, 13 giovani, dai 17 ai 30 anni. I fatti risalgono al 14 giugno del 2021, nella struttura ricettiva "Villa Panorama", in località Civita, e a distanza di anni in 5 adesso sono finiti a processo per il reato di rissa in concorso. Per loro si è aperto il dibattimento ieri, davanti alla giudice Martina Marinangeli. Sono un rumeno di 40 anni e quattro fabrianesi: due hanno 22 anni e gli altri 20 e 21 anni. Il procedimento è alla fase della lista dei testimoni che inizieranno ad essere sentiti nella prossima udienza, fissata per il prossimo 10 novembre. 

Erano stati stati alcuni invitati al party ad allertare le forze dell’ordine. Sul posto erano intervenuti polizia, carabinieri e vigili. Al loro arrivo avevano trovato la casa devastata: danni agli arredi e ad alcune auto in sosta per via del lancio di sassi e bottiglie. Tra i giovani feriti, almeno 8, i più gravi erano risultati un ragazzo italiano di 19 anni con varie contusioni, ferite da taglio e lacero contuse agli arti e una frattura di una mano, e un ragazzo di nazionalità albanese con frattura al naso ed escoriazioni in varie parti del corpo. Per tutti la prognosi non aveva superato i 25 giorni ed erano finiti all’ospedale Engles Profili. La squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Fabriano si era  occupata delle indagini e aveva ricostruito la dinamica dei fatti, individuando 13 responsabili. In 8 hanno già definito le loro posizioni tra decreti penali di condanna e messe alla prova. I 5 a processo si erano opposti al decreto penale di condanna preferendo dimostrare la propria innocenza al processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di compleanno finisce a botte per un cellulare, in 5 a processo per rissa

AnconaToday è in caricamento