Corso Carlo Alberto: rissa al bar, in quattro al pronto soccorso

Una violenta rissa scoppiata domenica sera poco dopo le 20 in corso Carlo Alberto ha portato quattro persone in ospedale. Uno degli aggressori avrebbe raccolto una pietra e l'avrebbe usata come arma

Corso Carlo Alberto (foto archivio)

Una violenta rissa scoppiata domenica sera poco dopo le 20 in corso Carlo Alberto ha portato quattro persone in ospedale. A riportare la notizia è il Messaggero.
L’episodio è avvenuto al bar Giorgia, vicino all’ex cinema Coppi: quattro clienti rumeni stavano consumando all’interno del locale quando uno di loro ha avuto un acceso diverbio con un altro avventore straniero, originario dell’est Europa, seduto al tavolo con un connazionale.

Secondo quanto riportato tutto è cominciato da uno scambio di sguardi: i due amici avrebbero lanciato un'occhiata di troppo all’indirizzo del quartetto. Uno dei rumeni si sarebbe allora alzato per chiedere ai due cosa avessero tanto da osservare, e da lì la discussione sarebbe presto approdata ad un invito a chiarirsi fuori. Una volta all’esterno, questo è sicuro, i due gruppi sono passati alle vie di fatto, ed è scoppiata la rissa che ha coinvolto tutti e sei gli stranieri. Sono volate le spinte e i pugni, mentre i proprietari del locale hanno chiamato la polizia.

Una Volante che si trovava in zona è piombata subito sul luogo della rissa: al sopraggiungere delle sirene i due cittadini dell’est si sono dubito dati alla fuga, e i poliziotti hanno portato i quattro rumeni malconci al pronto soccorso: alcune ferite potrebbero essere state causate dai colpi di una pietra che uno dei due fuggiti avrebbe trovato sul posto e utilizzato come arma impropria. Dato che hanno avuto la peggio, per il momento per i quattro non si prefigura ipotesi di reato, perché da una prima ricostruzione e dalle lesioni riportate sembrano essere stati proprio loro le vittime dell'aggressione.  

Gli inquirenti non escludono che all’origine dell’episodio possano esserci rancori di vecchia data.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento