rotate-mobile
Cronaca

Poliziotti di quartiere sventano una rissa tra studenti. Sequestrato un coltello a scuola

È il bilancio dei primi tre mesi del 2023 per l’attività degli agenti della questura che svolgono il servizio di prossimità

ANCONA - Un coltello sequestrato a scuola e una rissa tra studenti sventata all’ultimo minuto. Sono due delle attività che hanno visto all’opera i poliziotti di prossimità della questura nei primi tre mesi di questo anno. Un servizio che va avanti dal 2021 e mira a presidiare il centro cittadino, il Piano e le scuole. Grazie al rapporto di fiducia che si è creato con i presidi delle scuole e alla capacità di risoluzione delle problematiche dimostrata, le segnalazioni da parte degli istituti scolastici sono aumentate notevolmente ed hanno riguardato svariati episodi in cui si è reso necessario un intervento diretto della pattuglia di prossimità o di alcuni più accurati da parte degli uffici di Polizia Giudiziaria. Nel dettaglio due sono stati gli interventi significativi: uno si è concluso con il sequestro di un coltello che un’insegnante ha trovato a scuola, in un luogo facilmente accessibile agli studenti e l’altro ha visto intervenire la polizia per fermare sul sorgere una rissa tra studenti per la quale i protagonisti si erano dati appuntamento concordando luogo e orario. 

Sempre in ambito scolastico sono state numerosissime le segnalazioni di furti, consumi di droga, danneggiamenti, disturbi a bordo dei mezzi di trasporto pubblici ed altre ancora. I poliziotti sono intervenuti impedenti la commissione di reati. Gli agenti hanno organizzato incontri negli istituti: “Pascoli” di via Cadore; “Leopardi” di via Veneto; “Volta” di via Da Vinci; “Fermi” di via Metauro; scuola “Giulio Cesare” e “Raffaello Sanzio” di Falconara. Sono state trattate tematiche inerenti ad un uso consapevole di internet ed i pericoli connessi al web, bullismo,  cyberbullismo, al giusto comportamento da assumere durante un controllo di polizia e ad un uso appropriato del 112 Nue, il numero unico di emergenza. Coinvolti anche i genitori degli studenti nel progetto “Educhiamo insieme alla Legalità” con incontri aperti anche alle figure parentali, al fine di instaurare un rapporto collaborativo e di consapevolezza anche degli adulti di riferimento. Per l’attività di vicinato agli esercizi commerciali, un massiccio impegno è stato profuso nel rafforzare il rapporto di conoscenza e fiducia con i negozianti dislocati tra la zona del Piano,  via Giordano Bruno e la zona stazione. Diversi gli interventi di giovani trovati in possesso di sostanze stupefacenti, per uso personale e non solo, anche in prossimità dei parchi e delle zone di verde che circondano gli istituti scolastici. Ai due poliziotti di prossimità Eleonora e Matteo si è aggiunta una terza figura, quella della poliziotta Deborah, per lo stesso servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotti di quartiere sventano una rissa tra studenti. Sequestrato un coltello a scuola

AnconaToday è in caricamento