Cronaca Centro storico / Via Marsala

Via Marsala, lite al chiosco di kebab a colpi di bottiglia

La lite è scoppiata per futili motivi attorno alle 9 di sera. Un cliente ubriaco, cognato del gestore, ha rotto una bottiglia in faccia all'esercente. Arrestato "in tempo reale" grazie ai passanti

È accaduto sabato sera, al chiosco di kebab di via Marsala, in pieno centro città, dopo le 21. Un uomo, un cittadino pakistano di 45 anni, è entrato in visibile stato di ebbrezza nel locale etnico, di proprietà di un suo connazionale nonché cognato. Ha preso alcune bottiglie di birra, rifiutandosi di pagare – pare – per una questione inerente ad un vecchio debito.

Il proprietario dell’esercizio commerciale ha cominciato a protestare vivamente per farsi dare il dovuto, uscendo da dietro il bancone. A quel punto le cose sono degenerate precipitosamente: il 45enne, ubriaco e alterato, ha spaccato una delle bottiglie in faccia al parente, aprendogli un vistoso squarcio in pieno volto. Si è quindi gettato sulla cassa, per rapinare un magro bottino di una cinquantina di euro.

I carabinieri, allertati dai passanti spaventati dai rumori della colluttazione e dalle urla, sono riusciti ad intercettare l’aggressore ancora nei pressi del negozio, arrestandolo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Marsala, lite al chiosco di kebab a colpi di bottiglia

AnconaToday è in caricamento