Jesi: rissa madre-figlio in pizzeria, aggrediti anche carabinieri

Hanno minacciato con un coltello la proprietaria che cercava di farli ragionare, poi hanno danneggiato il locale distruggendo vetri e altri oggetti e, non contenti, hanno aggredito con calci pugni e morsi i carabinieri

Hanno minacciato con un coltello la proprietaria di una pizzeria che cercava di farli ragionare, poi hanno danneggiato il locale distruggendo vetri e altri oggetti e, non contenti, hanno aggredito con calci pugni e morsi i carabinieri arrivati per riportare la calma.
Questa incredibile scena si è verificata ieri a Jesi, alle 16 e 30 del pomeriggio, nel “bar-pizzeria Latini”, in piazzale Portavalle, proprio di fronte alla fermata dei bus, e ha visto coinvolti una madre di 45 anni e suo figlio diciottenne, appena 18enne, di Macerata, entrambi pregiudicati.

La discussione sarebbe nata per motivi privati, ma dalla richiesta di tranquillizzarsi da parte della proprietaria del locale sarebbe scaturita una folle reazione contro la donna stessa e il suo locale. I due arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento