Via Flaminia: devastano bar kebab e aggrediscono gestori e cliente

"La birra è troppo cara, non la paghiamo": questa la futile motivazione che ha scatenato la follia distruttiva. L'immediato intervento dei carabinieri ha permesso l'arresto di uno dei responsabili

“La birra è troppo cara, non la paghiamo”: questa la futile motivazione che ha scatenato la follia distruttiva di tre giovani dell’est che questa notte attorno all’una hanno devastato il bar kebab “Buonissimo” di via Flaminia a Falconara, in zona stazione, malmenando i due soci presenti e un cliente. Solo il coraggio di un cliente abituale e soprattutto il fulmineo intervento dei carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile, arrivati in tempo reale alla segnalazione ricevuta, hanno evitato il peggio e fatto assicurare alla giustizia uno dei responsabili.

I FATTI. I tre giovani sono arrivati poco prima dell’una e hanno preso tre birre: quando però hanno saputo l’ammontare del conto (7 euro e 50 centesimi, 2.50 a bottiglia) hanno deciso che era una cifra troppo alta e hanno dichiarato ai due soci presenti nel locale che non avevano alcuna intenzione di pagare. I gestori hanno provato a farli ragionare, ma non c’è stato verso: i tre hanno subito dato in escandescenza cominciando a spaccare tutto, rovesciando tavolini, lanciando sedie e bottiglie (rompendo il frigo del locale) e scagliandosi contro i proprietari. Un ragazzo residente a Falconara, cliente abituale, è intervenuto per difendere i proprietari, ma la lotta era impari perché i tre non si sono fatti troppi problemi a usare le sedie come armi improprie: il giovane a quel punto ha subito chiamato il 112.
I militari che si sono fiondati sul posto hanno colto sul fatto uno dei tre aggressori, G.I. cittadino romeno, 27enne, operaio, già noto alle forze dell’ordine, arrestandolo per danneggiamento aggravato e lesioni: le gazzelle dei carabinieri hanno riportato presto la calma nel ring da strada che si era formato in via Flaminia.
I due soci del bar e il cliente sono stati accompagnati al Pronto Soccorso, dove gli hanno refertato lesioni guaribili in 20 giorni.

L’arresto è stato convalidato nel pomeriggio di oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento