menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Musica troppo alta col cellulare, scoppia la rissa sull'autobus: 32enne in ospedale

Dopo l'inizio dello scontro nei pochi metri quadrati dell'autobus, il mezzo pesante si è fermato ed è stata fuga per i passeggeri presenti, spaventati dalla scena di violenza

Rissa esplosa sull’autobus quando 3 uomini, tutti di origini pachistane, hanno iniziato a menare le mani per motivi futili, ma abbastanza rilevanti per loro, che si sono picchiati senza troppi preamboli. Alla fine il bilancio conta uno di loro in fuga, uno soccorso sul posto e il terzo finito al Pronto Soccorso, dal quale è uscito con un sopracciglio spaccato e 8 giorni di prognosi. Sul posto sono arrivati in 3 minuti i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Ancona, che hanno identificato e denunciato per rissa e interruzione di servizio pubblico i 2 trovati ancora nei pressi del mezzo pubblico. 

Il fatto è avvenuto l’altro ieri intorno alle 20,30 sull’autobus della linea extraurbana che porta da Ancona a Falconara. Ad un certo punto, due pachistani si sarebbero lamentati con un terzo connazionale perché intento ad ascoltare musica a tutto volume con l’autoparlante del cellulare. Da poche parole al vetriolo ai fatti, di vera violenza. Due contro 1, si sono picchiati di brutto i tre uomini di 29, 32 anni e un terzo non identificato. E’ stato l’autista, quando era all’altezza di Villanova, a fermare il veicolo e dare l'allarme al 112, aprendo le portiere dalle quali sono fuggiti i pochi passeggeri spaventati e, a quanto pare, anche il terzo violento. Fatto sta che i militari sono arrivati subito, identificando i responsabili e ora sono al lavoro per scoprire chi sia il terzo. Sul posto anche i sanitari del 118, che hanno medicato sul posto il 29enne e trasportato in ospedale il 32enne. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Attualità

Il nuovo Dpcm, arrivata la firma di Draghi: ecco cosa cambia fino a Pasqua

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento