«La camera non è disponibile». Receptionist minacciato e aggredito da un cliente

Paura in hotel, la polizia ha fermato una coppia di turisti su di giri

foto d'archivio

La camera promessa non è disponibile e la coppia di turisti perde la testa. Un dipendente dell’hotel, dopo essere stato insultato e minacciato, è stato aggredito e scaraventato contro il muro. L’intervento della polizia ha scongiurato il peggio. E’ accaduto questa mattina a Senigallia.

Un uomo di origini campane e una giovane donna, dopo aver lasciato un altro albergo del lungomare, avevano deciso di contattare una nuova struttura per proseguire il soggiorno sulla Spiaggia di Velluto. La reception dapprima ha confermato la prenotazione ma successivamente, verificata l’assenza di camere libere, aveva contattato i due turisti comunicando l’indisponibilità. La coppia, però, si è presentata lo stesso in albergo e con fare arrogante e minaccioso pretendeva che le fosse assegnata una camera. In un primo momento l’aggressione era solo verbale con frasi offensive e minacciose, ma dopo poco l’uomo, continuando ad urlare, ha perso il controllo, ha aggirato il banco della reception e si è avvicinato pericolosamente contro l’addetto presente, che è stato addirittura sbalzato verso il muro e minacciato affinché gli venisse assegnata una camera. Alcuni clienti presenti rimanevano impauriti, mentre nel frattempo il personale dell’albergo contattava il 113.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Subito sul posto sono intervenute due volanti del commissariato di Senigallia, coordinate dal vicequestore Maurizio Licari. I due soggetti erano già noti poiché nel corso della settimana avevano creato altre situazioni di allarme che avevano richiesto l’intervento della polizia. Venivano dunque bloccati e condotti in commissariato. In particolare, l’uomo è risultato avere diverse precedenti per reati contro la persone e il patrimonio. Alla luce dei comportamenti violenti che hanno destato allarme e dei precedenti penali, specie dell’uomo, ai due soggetti è stato immediatamente notificato il foglio di via con divieto di ritorno a Senigallia per 3 anni ed è stato imposto loro l’obbligo di tornare al luogo di residenza entro 24 ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

  • Accoltellato in strada mentre cammina, i carabinieri danno la caccia a 2 uomini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento