Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Conerobus: rinnovo Cda, i lavoratori manifestano contro la privatizzazione

Lo jesino Muzio Papaveri, esperto in consulenze aziendali, è il nuovo presidente. Mentre si svolgeva l'assemblea dei soci, i lavoratori hanno presidiato l'edificio manifestando contro la privatizzazione del Tpl

I lavoratori Conerobus in presidio (immagine: cortesia di Mrc Tbr)

Giornata intensa, quella di ieri, per il trasporto pubblico locale: mentre “dentro” il palazzo veniva rinnovato il Cda Conerobus, “fuori” i lavoratori manifestavano contro la privatizzazione del trasporto pubblico.

IL NUOVO CDA. Il Comune di Ancona affida la presidenza della Conerobus a Muzio Papaveri, jesino, presidente e fondatore di Consulteam, studio di consulenze aziendali con raggio d’azione nazionale. Palazzo del Popolo indica inoltre Massimo Marotta (ad del gruppo Black&Decker per l'Italia fino al 2012, ora docente Univpm e Istao) e conferma il democrat Fabio Travagliati. Dalla Provincia, invece, conferma per il vice presidente Maurizio Cionfrini e conferma per Anna Maria Castelli (già deputata Pci ed esperta in formazione e gestione risorse umane).

COMPENSI RIDOTTI. Il Cda rinnovato inizia sotto il segno dell’austerity (anche a fronte di un passivo di 612mila euro registrato nel 2012), tagliando le indennità: il presidente passa da 37 a 27mila euro lordi annui, il vice da 9 a 8 mila euro e i consiglieri si decurtano 300 euro arrivano da 6mila, senza gettoni supplementari o rimborsi spese.

PRESIDIO DEI LAVORATORI. Mentre si svolgeva l'assemblea dei soci Conerobus, i lavoratori della partecipata hanno presidiato l'edificio manifestando contro la privatizzazione del trasporto pubblico locale tramite la vendita a privati delle quote azionarie (immagine: cortesia di Mrc Tbr).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conerobus: rinnovo Cda, i lavoratori manifestano contro la privatizzazione

AnconaToday è in caricamento