Chiaravalle: rimandata a casa dal Pronto Soccorso, muore poco dopo

Una signora di 65 anni era arrivata con febbre e dolori addominali, tornata a casa la situazione è progressivamente peggiorata. Al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati

È finito sul tavolo del pm Andrea Laurino il caso della signora 65enne di Chiaravalle che venerdì si era recata al Pronto Soccorso locale lamentando qualche linea di febbre e intensi dolori addominali ed era stata rimandata a casa con un semplice analgesico, salvo poi, purtroppo, peggiorare fino al decesso, che sarebbe avvenuto il giorno successivo.

A presentare l’esposto un legale incaricato dalla famiglia della signora, che naturalmente ha tutta l’intenzione di fare piena luce sulla questione per capire se ci sono state negligenze mediche.
Al momento comunque non risultano persone iscritte nel registro degli indagati. Il magistrato ha subito disposto l’esame autoptico, di cui non sono stati resi noti i risultati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento