Cronaca Senigallia

Richiedente asilo arrestato per spaccio: la coop lo ripudia

Alla vista dei carabinieri si è dato alla fuga ma è stato acciuffato. Colluttazione con i militari finché non è stato bloccato: 50 grammi di droga nascosti nelle mutande

I contatti con i clienti li teneva ai Giardini Morandi dove è stato visto incontrare velocemente diverse persone, sia italiani che stranieri. Uno spaccio in pieno giorno che non è sfuggito all'occhio attento dei carabinieri di Senigallia che ieri pomeriggio si sono presentati in borghese e, al momento giusto, sono entrati in azione. L'uomo, un 38enne originario del Gambia, arrivato in Italia nel 2016 e in attesa di conoscere l'esito della sua richiesta di asilo politico, aveva appena incontrato un presunto acquirente. Quando ha capito che di fronte aveva dei carabinieri ha tentato di scappare ma è stato inseguito e acciuffato. L'altro, il cliente, è riuscito a dileguarsi. Il richiedente, ospite di una cooperativa di Ostra Vetere, ha tentato di sfuggire alla cattura strattonando e spintonando i carabinieri.

Si è riusciti ad avere la meglio anche grazie all'arrivo dei rinforzi del Norm. Nelle mutande sono stati trovati 50 grammi di marijuana, suddivisi in 11 dosi. In tasca anche 320 euro in banconote da 10 e 20 euro, che i militari ritengono frutto dello spaccio, e un telefonino. Tutta materiale sequestrato mentre lo straniero è stato arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. Ha passato la notte nella caserma di via Marchetti: la Procura avava pensato ai domiciliari in atteso del processo per direttissima ma i gestori della struttura di Ostra Vetere non lo hanno accettato. Questa mattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto ha condannato il 38enne a sei mesi di reclusione. Pena sospesa, l'uomo è stato rimesso in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiedente asilo arrestato per spaccio: la coop lo ripudia

AnconaToday è in caricamento