Cronaca

Riaprono i dehors in corso Mazzini, Cna: «Senza il corso è deserto»

«La Lanterna Rossa sia da esempio, se la città è appetibile la gente gradisce». Ecco il monito degli artigiani rispetto alla rivitalizzazione del centro cittadino della Dorica

La bella addormentata torna a vivere. E non si tratta di un Pesce d'Aprile. Da venerdì primo aprile, infatti, le attività di corso Mazzini potranno tornare ad allestire i propri dehors, vietati nel periodo invernale dalla Sovrintendenza che, dal canto suo, vuole tutelare la Fontana delle 13 Cannelle. «Fermo restando la necessità di tutelare i monumenti storici – spiegano da Cna – chiediamo  un’attenzione particolare affinché non si verifichi la desertificazione di corso Mazzini, cuore nevralgico del centro cittadino e potenziale richiamo di turisti e visitatori».

L'esempio che l'associazione di categoria porta è quello della Lanterna Rossa che a Pasqua ha visto la riapertura al pubblico registrando numerose visite e passeggiate. «Per rendere la città appetibile occorre offrire ciò che la gente gradisce - insiste la Cna - Non ci stancheremo mai di dire che il rilancio della città parte da politiche di sostegno, di rivitalizzazione del centro, di aiuti per chi vuole avviare una nuova attività sul territorio, di supporto al potere d’acquisto per riavviare i consumi, ma anche di semplificazioni burocratiche e snellimenti amministrativi, che garantiscano certezze e consentano agli imprenditori di programmare investimenti a medio lungo termine».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaprono i dehors in corso Mazzini, Cna: «Senza il corso è deserto»

AnconaToday è in caricamento