Cronaca Porto / Lungomare Vanvitelli

Riapre il Grand Hotel Palace, Mancinelli: «E' la prova che ad Ancona si può investire»

Un'area fitness e un nuovo sistema di riscaldamento per camere che vanno dai 180 ai 500 euro a notte. Location che la stessa Mancinelli ha definito «l'asse strategico per lo sviluppo del futuro»

Da sinistra Paolo Tedeschi insieme alla famiglia Bernetti

Suite a tema, vista mozzafiato sul porto e sulla città vecchia, camere con tanto di bagno turco e panorama sul golfo. E’ tornato il Grand Hotel Palace. La storica struttura di via Vanvitelli riaprirà i battenti lunedì prossimo dopo un importante lavoro di restyling iniziato nel luglio scorso. 43 camere di cui quattro suite tematiche dedicate rispettivamente al vino, benessere, teatro e belvedere. Il costo per notte, per quanto riguarda le camere lusso, potrà variare dai 180 ai 500 euro. A fare gli onori di casa durante la visita in anteprima, c’erano i membri della famiglia Bernetti e il direttore dell’hotel Paolo Tedeschi. Annalisa Bianchi Bernetti gestisce insieme alla famiglia e ad alcuni soci l’hotel dal 1968, data della fondazione: «La riapertura è’ stata un’impresa anche in termini di costi- ha spiegato la Bernetti- ci abbiamo creduto nonostante le incertezze dell’inizio. La struttura andava ripresa, vendere sarebbe stato un dolore troppo grande perché c’è una tradizione familiare. Abbiamo detto “proviamo”, in fondo è un genere di albergo che manca in città. Se conviene investire su Ancona? Si, noi ci contiamo».

Non un semplice hotel ma il segno tangibile che nel capoluogo marchigiano si può investire, dice il sindaco Valeria Mancinelli. «E’ un segno pesante, forte e bello del fatto che Ancona è diventata attrattiva per investimenti pubblici ma anche di privati. La ripartenza della città c’è e ora bisogna andare avanti». Investimento a due passi dal porto, ben visibile dalle vetrate della suite battezzata non a caso “Terrazza” (50 mq). Location che la stessa Mancinelli ha definito «l’asse strategico per lo sviluppo del futuro». Suite a parte, il nuovo Palace offrirà camere di diversa tipologia, tutte insonorizzate con vista mare o città antica. Dalle raccolte “Classic” alle “Executive” dotate di finestre panoramiche e optional di lusso. Ci sono poi le “Family room” composte da due stanze comunicanti e le eleganti “Comfort”. Particolare attenzione è stata dedicata al benessere. Un esempio è nel sistema di riscaldamento a superfice radiante: caldo benessere, basato su nanotecnologie con effetti benefici sull’organismo. L’hotel offrirà anche un’area fitness a disposizione h24, ma anche un “wine and food” ricavato al piano terra dove sorge lo storico camino e dove sarà presto allestito un bar. «Non vogliamo offrire solo letti e camere, ma una vera e propria esperienza» ha detto il direttore Paolo Tedeschi. «Ancona scommette sulla sua bellezza e sulla cultura che offre il suo teatro, la Mole e non solo» ha chiosato l’assessore comunale alla cultura, Paolo Marasca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre il Grand Hotel Palace, Mancinelli: «E' la prova che ad Ancona si può investire»

AnconaToday è in caricamento