Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Bentornato al porto antico, è festa grande ad Ancona

Alle 22:00 circa è salita sul palco la madrina della serata Teresa De Sio. La Brigantessa ha cantato brani come "A figlia d'o rre", "Non dormo mai", "Chi tene 'O mare". Sul finale un incidente per un trampoliere della Compagnia dei Folli

Festa al porto storico

Via le barriere, via ogni forma di controllo e di security. Non c’è più alcuna zona rossa, se non quella di un’antica banchina illuminata dal sole che tramonta sulla città in festa. Ancona, dopo anni, si riprende il porto storico ed è bagno di folla fino a notte inoltrata. Così ieri sera migliaia di persone si sono riversate nella parte più antica dello scalo anconetano, quello dell’arco di Traiano, della Fincantieri, della banchina numero 1 e della lanterna rossa. E' lì che il Comune e l’Autorità Portuale, dopo un importante lavoro di concertazione, hanno raggiunto l’obiettivo: ridare alla città uno dei luoghi simbolo, da sempre culla e scambio tra i popoli, eco della storia e ispirazione di poeti e scrittori. «Era una grande scommessa che siamo riusciti a vincere - ha detto il presidente dell’Autorità Portuale Rodolfo Giampieri - E’ commovente vedere come così tanta gente sia innamorata del porto. Questo passo importante verso una logica di recupero». Dunque da oggi si apre un nuovo capitolo. Il “vecchio porto” torna alla città, ma ora sta a quest’ultima lavorare ad un progetto che dia nuova identità allo scalo. «Sono felice - ha detto il sindaco Valeria Mancinelli, arrivata intorno alle 20:30 - Gli anconetani hanno capito perfettamente perché il fatto che ci siano migliaia di persone di tutte le età significa che abbiamo sempre auspicato, cioè il rapporto tra città e porto, si sta avverando. Ad oggi non c’è un calendario degli eventi, ma l’idea è di un nuovo angolo di città dove poter fare concerti, rappresentazioni teatrali e dove ci si possa incontrare, come in una romantica passeggiata». Ci starebbe bene anche la fiera di San Ciriaco? «Non credo, ci sarebbero diversi problemi logistici, ma nulla è da escludere» ha concluso il sindaco.

Al via alle ore 18:00 con il Molo Clementino che diventa un grande corso, a lato spettacoli di danza e giochi per intrattenere i più piccoli. Musica, balli, saggi e passeggiate. Fino alle 22:00 quando è arrivata la madrina della serata: Teresa De Sio, in prima nazionale del tour estivo, è salita sul palco allestito proprio sotto l'ex ospedale militare oggi sede dei Vigilie del Fuoco del porto. La Brigantessa giorni fa aveva annunciato l’evento su facebook: “Il porto è il luogo in cui si formano la storia, l'economia e l'immaginario. Dove avvengono gli incontri, gli incroci e gli scambi. Ora gli anconitani potranno ritornare su quelle banchine. Sarà festa grande e noi ci saremo. Con la musica naturalmente”. E la musica non ha deluso. La cantante napoletana ha intrattenuto migliaia di fans con il suo nuovo “Tutto cambia”, lo spettacolo folk in quintetto elettro/acustico che dallo scorso anno sta raccogliendo grandi successi di pubblico. E allora ecco il porto ballare a ritomo di successi come “A figlia d’o rre", “Non dormo mai”, “Chi tene ‘O mare”, “Pianoforte e voce”, “Salta salta”, Tutto cambia”, “Aumm  Aumm”. Ma quando la De Sio ha chiuso il concerto, tutti gli spettatori, seduti nel parterre o in piedi dietro le transenne laterali, hanno messo da parte, anche loro, le barriere, per riverarsi sotto il palco cantando e ballando in attesa del bis. La De Sio non ha deluso ed è risalita sul palco con le ultime due chicche del repertorio strumentale: Tambureddu e Tammurriata Nera.

A chiudere l’intensa serata sono stati i marchigiani della Compagnia dei Folli, che hanno portato in scena tutto il teatro d’immagine tra trampolieri, fuoco, danzatori e musica. Un’esibizione che ha preso il via dopo la mezzanotte per terminare verso l'1:00, non senza qualche difficoltà. Prima qualcuno è inciampato nei cavi della corrente elettrica bloccando la musica e spegnenedo le luci della piazza, mentre una moltitudine di persone stavano lasciando il concerto passando a fianco dello spazio dedicato all’esibizione circense. Poi un incidente con protagonista proprio un trampoliere. Esibizione sospesa e immediato intervento dei volontari della Croce Rossa di Ancona che erano proprio all'evento con il loro banchetto per raccogliere fondi e fare informazione sulla loro attività. Sono stati proprio loro a soccorrere l’uomo e a trasportarlo al Pronto Soccorso di Torrette. Lo spettacolo è poi proseguito in velocità per chiudere prima possibile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bentornato al porto antico, è festa grande ad Ancona

AnconaToday è in caricamento