Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Linee sovraffollate e abbonamenti costosi, gli studenti incontrano Sciapichetti

L'assessore ha ribadito, confermando le nostre problematiche, le varie difficoltà che si presentano nella gestione del TPL marchigiano, come la mancanza di fondi dal Governo nazionale

Ieri la Rete degli Studenti Medi Marche hanno incontrato l’assessore regionale ai trasporti Angelo Sciapichetti per esprimergli tutte le problematiche che da anni ormai gli studenti riscontrano nell’utilizzo dei mezzi pubblici, scolastici e non. La situazione del trasporto pubblico marchigiano è critica, ma specialmente da settembre dello scorso anno le linee scolastiche sono particolarmente sovraffollate, gli abbonamenti pur non essendo aumentati nell’ultimo anno hanno prezzi troppo elevati specialmente se paragonati alla qualità del servizio. La Rete degli Studenti Medi Marche hanno chiesto innanzitutto che la qualità del servizio venga migliorata, ripensando all’intera gestione regionale in modo da ridurre gli sprechi di fondi e rendere il servizio più omogeneo in tutto il territorio regionale. Inooltre hanno proposto la creazione di un sistema tariffario che superi lo sbarramento a 13.000 euro per le agevolazioni ma che si basi sulla fasciazione continua, che sia proporzionale al reddito e che garantisca così il diritto allo studio a tutti gli studenti.

L’assessore ha ribadito, confermando le nostre problematiche, le varie difficoltà che si presentano nella gestione del TPL marchigiano, come la mancanza di fondi dal Governo nazionale, proponendoci di rapportarci con i dirigenti tecnici del trasporto pubblico locale per valutare i margini di applicabilità delle nostre proposte. «Continueremo a lavorare per migliorare la mobilità nella nostra Regione» ha detto il coordinatore della Rete degli Studenti Medi Marche  Elena Lippi, «da mesi ormai stiamo affrontando queste problematiche anche a livello provinciale. Crediamo infatti che tutti abbiano il diritto di accedere all’istruzione a prescindere dalla loro condizione socio-economica, ad oggi questo diritto non è garantito. Basti infatti pensare all’enorme costo degli abbonamenti o dei libri di testo. Intanto stiamo aspettando che proceda il lavoro avviato con l’assessore Bravi e ci auspichiamo che si possano trovare delle soluzioni al più presto per la totale inefficienza del trasporto pubblico».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linee sovraffollate e abbonamenti costosi, gli studenti incontrano Sciapichetti

AnconaToday è in caricamento