Addio virus, la Residenza Dorica è Covid-free: riprendono le visite agli anziani

La Direzione della Rsa anconetana annuncia il doppio tampone negativo per una pesarese di 92 anni: «Ma adesso guai ad abbassare la guardia»

La Residenza Dorica in festa: è Covid-free

Il momento tanto atteso è finalmente arrivato. Da oggi la Rsa Residenza Dorica-Santo Stefano Riabilitazione di Ancona è Covid free. E' arrivato infatti il secondo tampone, anch'esso risultato negativo, per la donna pesarese di 92 anni, praticamente asintomatica, che però era ancora positiva al Sars Cov 2, il virus del Covid19. «Siamo così contenti - dice la Direzione dell’Rsa, che fa parte della rete nazionale delle oltre 50 strutture Anni Azzurri - perché i mesi scorsi sono stati davvero intensi. Abbiamo affrontato qualcosa di nuovo e sconosciuto, cercando ogni giorno di farlo nel modo migliore possibile». E per l'occasione, operatori e ospiti della Rsa hanno festeggiato la bella notizia nel giardino della struttura. «Mai come ora, tuttavia - spiega la Direzione - occorre non abbassare la guardia e continuare ad adottare le massime accortezze e misure di contenimento e prevenzione. Di certo, dalla situazione difficile vissuta nei mesi scorsi ne esce un team di tutti noi addetti ai lavori e operatori rafforzato e ancora più granitico rispetto a prima». Intanto, per figli, nipoti, congiunti, da qualche giorno è arrivata un'altra bella notizia. Infatti, dopo aver recepito le indicazioni ministeriali e le direttive regionali, l’Rsa anconetana ha riaperto alle visite dei familiari degli ospiti della struttura. «Siamo tornati a fare quello che più amiamo: accogliere – continua la Direzione dell'Rsa -. Certo, il percorso di apertura sarà necessariamente progressivo e molto ponderato, per continuare a garantire la massima sicurezza e controllo in questa delicata fase-3 nel contrasto e contenimento del SarsCov-2. Tuttavia, siamo molto contenti di poter riavere con noi i cari dei nostri ospiti. La chiusura della nostra Rsa del 4 marzo, preceduta dalle restrizioni di fine febbraio, è stata una decisione dolorosa – continua la Direzione - ma necessaria per limitare i contagi. Tutte le nostre strutture marchigiane hanno iniziato ad accogliere novamente pazienti e parenti,  in condizioni di massima sicurezza, nella più rigorosa ottemperanza di tutte le procedure e le indicazioni ministeriali e regionali con percorsi protetti e condivisi con i distretti sanitari e i dipartimenti di prevenzione con cui si opera in stretto raccordo». 

Accesso dei familiari

L'ampio giardino della RSA Residenza Dorica consente l’incontro a distanza di sicurezza, tra il familiare e l'ospite. Gli incontri, che avverranno con dispositivi di protezione individuale sia per gli ospiti che per i familiari, saranno organizzati su appuntamenti, contingentati nel tempo e nello spazio e sotto la sorveglianza e il supporto di un operatore. Per situazioni particolari videochiamate già attive e percorsi personalizzati, per situazioni straordinarie, di massima sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La struttura

La Residenza Dorica, in località Baraccola Sud di Ancona, è dotata di 129 posti letto, suddivisi in nuclei in cui accoglie: 

  • Ospiti anziani parzialmente autosufficienti e non autosufficienti con esiti di patologie fisiche, psichiche, sensoriali o miste, che esigono prestazioni con elevata necessità di tutela sanitaria nel nucleo della residenza sanitaria assistenziale (Rsa);
  • Ospiti non autosufficienti affetti da demenza senile. Tali ospiti richiedono un elevato livello di assistenza sanitaria e di supporto socio-educativo, in contrapposizione ad un non elevato impegno sanitario nel nucleo residenza protetta (RP) e residenza protetta per pazienti affetti da demenza (Rpd);
  • Persone con necessità di riabilitazione estensiva: soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche e sensoriali, nella fase immediatamente postacuta (anche dopo la dimissione ospedaliera). I nuclei di inserimento variano a seconda del grado di assistenza necessaria all'ospite;
  • Ospiti anziani autosufficienti o non in regime privato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento