Una croce al collo ed un orologio, il cadavere potrebbe essere quello della pittrice

L'autopsia sul corpo verrà effettuata lunedì, quando si potrà finalmente capire se il cadavere ritrovato a Tolentino sia quello di Renata Rapposelli

TOLENTINO - Un orologio al polso ed una collana. Sono questi i due elementi che potrebbero appartenere a Renata Rapposelli, la pittrice di Ancona scomparsa lo scorso 9 ottobre. Il resto del corpo, ritrovato nei giorni scorsi in un bosco alle porte di Tolentino, sarebbe irriconoscibile, rovinato dalla decomposizione ormai avanzata e dai rovi presenti in quella zona. Secondo la testimonianza del figlio, la madre al momento della scomparsa era uscita di casa proprio con al polso un orologio simile ed una collana che potrebbe combaciare con quella rinvenuta sul cadavere.

Domani intanto verrà effettuata l'autopsia e dagli esami si potrà finalmente capire se quel corpo appartenga a Renata Rapposelli. Ipotesi a questo punto sempre più probabile, visto che negli ultimi mesi in quella zona non è stata denunciata nessuna scomparsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento