Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Acqua pubblica: mercoledì 23 in Regione per fare il punto

L'acqua pubblica nella Provincia di Ancona "zampilla" ancora, ma "piovono" altre sfide. Presentazione della "Relazione sullo stato del Servizio Idrico", mercoledì 23 novembre, ore 10 a Palazzo Raffaello

A 5 mesi dal referendum che ha proclamato “l’acqua pubblica” e che ha confermato la gestione in house da parte di Multiservizi Spa, per l’acqua pubblica  della Provincia di Ancona si aprono nuove sfide, quelle dettate da un quadro normativo ancora incerto, che pone il servizio idrico “post-referendum” in una grave situazione di stallo.
A fare il punto della situazione l’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale n. 2 “Marche Centro-Ancona” e l’ANEA, l’Associazione Nazionale delle Autorità ed Enti di Ambito,  presentando in Regione presso la Sala Raffaello (piano terra) la “Relazione sullo stato del Servizio Idrico”, mercoledì 23 novembre, ore 10.

Molti gli interrogativi cui si cercherà di dare risposta: all’indomani del referendum e alla vigilia della soppressione delle Autorità d’Ambito, prevista per il 31 dicembre, quale futuro per l’acqua pubblica? Quali ripercussioni per le tariffe e per gli investimenti? Quali rischi per la qualità del servizio e per il suo controllo?
In assenza di un’Agenzia nazionale, di un nuovo metodo tariffario e di una legge regionale volta a regolare il servizio, in completa balìa di un quadro normativo, nazionale e locale, instabile e dai contorni indefiniti, l’acqua pubblica in Provincia di Ancona “zampilla” ancora, ma “naviga” in un mare di incertezze.

A fotografare lo stato attuale dell’acqua “nostrana” e a tratteggiarne i futuri scenari e le prossime sfide saranno il Direttore dell’A.A.T.O. n.2 Massimiliano Cenerini, la Presidente Marisa Abbondanzieri e il Presidente ANEA (Associazione Nazionale  Autorità e Enti di Ambito), Luciano Baggiani.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua pubblica: mercoledì 23 in Regione per fare il punto

AnconaToday è in caricamento