Alluvione a Senigallia: recuperato il corpo della seconda vittima

L'uomo, 85 anni, non vedente, è stato purtroppo risucchiato dall'esondazione del fiume Misa mentre si trovava all'interno della sua abitazione a Borgo Bicchia assieme alla moglie

La Croce Rossa in azione nelle ore dell'emergenza

E’ stato recuperato dai Vigili del Fuoco domenica mattina il corpo di Aldo Cicetti, la seconda vittima dell’alluvione che si è abbattuta su tutta la provincia, e in modo particolare sul senigalliese, nella giornata di sabato. L’uomo, 85 anni, non vedente, è stato purtroppo risucchiato dall'esondazione del fiume Misa mentre si trovava all’interno della sua abitazione a Borgo Bicchia assieme alla moglie, Solferina Lattanzi. Profondo dolore e rammarico per la gestione dei soccorsi dal professor Graziano Cicetti, figlio di Aldo e Solferina ed ex consigliere comunale, che era fuori città quando l'acqua ha travolto le case, ma si è subito attaccato al telefono per segnalare la situazione.

L’ANGELO CON IL SURF. A soccorrere i due coniugi era stato Roberto Copparoni, commerciante senigalliese 52enne e grande appassionato di surf, che spinto da puro altruismo si era recato nelle frazione travolta dall’acqua a bordo della sua tavola da “sup” (più sottile e lunga rispetto a quelle note ai più) per aiutare le persone in difficoltà. Copparoni aveva raggiunto i due coniugi, messo in salvo la signora Lattanzi ed era riuscito anche ad afferrare la mano dell’uomo, ma purtroppo la forza dell’acqua glielo ha inesorabilmente strappato via.

BORGO BICCHIA: “LASCIATI SOLI”. C’è grande rabbia fra gli abitanti della frazione, tra le zone più colpite dall’esondazione. Diversi residenti lamentano di non aver visto nessuno nelle ore più drammatiche dell’emergenza. In qualche coraggio di alcuni di loro ha permesso di mettere in salvo i propri cari ed evitare altre tragedie, come Giuliano Pelosi Livi, che ha portato in braccio attraverso la finestra la mamma di 93 anni. In modo particolare, c'è insoddisfazione per le inefficienze nella comunicazione pre-alluvione sull’emergenza meteo, che avrebbe consentito una maggior preparazione. I cittadini speravano di poter parlare con il premier Matteo Renzi, che però, si fa notare, non ha visitato la frazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento