Senigallia, estate più sicura: in calo furti e truffe informatiche

Calo furti (-79) e truffe online (-19), mentre un lieve aumento viene registrato nelle denunce di rapine ed estorsioni (+2). Soddisfazione per il sistema sperimentale di suddivisione del territorio con la Polizia di Stato

Calano i furti nel senigalliese (79 denunce in meno rispetto allo scorso anno) e le truffe informatiche (-19), mentre purtroppo a segnare un leggero aumento sono i reati contro il patrimonio più “violenti”, come le rapine e le estorsioni (+2, vedi tabella sotto). Aumento a cui, però, è corrisposta anche una risposta investigativa da parte delle forze dell’ordine, che nei casi di flagranza ha consentito l’arresto degli autori, e negli altri il loro deferimento in stato di libertà.

Questi sono i principali risultati emersi sabato nel corso della tradizionale conferenza stampa di fine estate in cui i Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno illustrato i dati relativi alle principali attività condotte nel corso del trimestre giugno/agosto 2013.

Quasi del tutto invariata l’attività di repressione dei reati in materia di stupefacenti: ciò non significa – spiegano i militari – che nella giurisdizione non esista una florida l’attività di spaccio, ma che tale attività, a seguito dei numerosissimi arresti in flagranza di reato compiuti nel corso del 2012 e del 2013 ha, di fatto, reso ancor più sofisticata l’attività di cessione dello stupefacente. Infatti, gli spacciatori fanno sempre più ricorso, per le comunicazioni con clienti e fornitori, a canali di comunicazione di sempre più crescente difficile accesso alle Forze dell’ Ordine.
Del tutto assenti le denunce di usura. Tale dato, a prima vista positivo, non consente però di concludere che tale fenomeno criminale non sia praticato in giurisdizione. Infatti, a tal riguardo, l’unica certezza è che non vi sono denunce.

REATO

2012

2013

LESIONI COLPOSE

22

12

PERCOSSE

5

2

MINACCE

39

14

DANNEGGIAMENTI

84

58

FURTI

  • IN ABITAZIONE
  • IN ESERCIZI COMMERCIALI
  • SU AUTO
  • IN AUTO
  • ETC.

630

551

RICETTAZIONE

2

5

RAPINE

0

2

ESTORSIONI

1

3

USURA

0

0

TRUFFE E FRODI INFORMATICHE

47

28

REATI IN MATERIA DI STUPEFACENTI

6

6

PERSONE DENUNCIATE IN STATO DI LIBERTA’

147

101

PERSONE ARRESTATE

19

39

NUOVA SUDDIVISIONE DEL TERRITORIO. Per la prima volta ed in chiave del tutto sperimentale, il territorio della città di Senigallia è stato diviso in due aree attribuite, per competenza, ai Carabinieri ed alla Polizia di Stato, secondo un calendario predeterminato e valido dal 1° luglio al 15 Settembre 2013. Tale suddivisione del territorio cittadino ha consentito ad entrambe le Forze di polizia di svolgere la proiezione esterna in un’area ben definita della città concentrando così le proprie forze.
Tale procedura che ormai trova applicazione da alcuni anni anche nelle città italiane più grandi del Paese, è stata positivamente applicata anche a Senigallia e certamente potrà costituire anche per il futuro, spiegano i carabinieri, un valido ed efficace strumento per il controllo del territorio.

A tale sperimentale procedura, i Carabinieri di Senigallia hanno aggiunto, per il secondo anno consecutivo, il raddoppio dei servizi svolti dall’ Aliquota Radiomobile, grazie al considerevole sacrificio del personale effettivo non solo alla citata Aliquota, ma soprattutto alle otto Stazioni che dipendono dalla Compagnia di Senigallia. Infatti, solo grazie all’impiego in consorzio tra Aliquota Radiomobile e Stazioni, è stato possibile impiegare otto autoradio al giorno a fronte delle quattro tradizionalmente impiegate nel corso dell’anno. Ovviamente, tale particolare servizio ha interessato l’intera giurisdizione della Compagnia ed ha consentito che i 14 Km di costa, da Marina di Montemarciano a Cesano di Senigallia, fossero presidiati 24 ore al giorno per l’intero periodo di precipuo interesse: da Giugno ad Agosto. Inoltre, i Carabinieri della Compagnia di Senigallia, in determinate fasce orarie ed in particolari circostanze, hanno anche garantito pattuglie di motociclisti che, grazie al particolare mezzo di trasporto, hanno garantito una maggiore e più capillare copertura del “centro storico” di Senigallia e, con passaggi dinamici, di tutti i paesi dell’intera giurisdizione, soprattutto in occasione di manifestazioni pubbliche.

Inoltre, nel periodo in riferimento, sono oltre 2000 le telefonate giunte alla Centrale Operativa della Compagnia di Senigallia, sono oltre 3000 le persone che si sono rivolte alle otto Stazioni dipendenti dalla Compagnia di Senigallia, sono circa 500 i servizi esterni assicurati dalle medesime Stazioni tra pattuglie, perlustrazioni, servizi di Carabiniere singolo, Carabiniere di quartiere ed Ordine Pubblico in occasione di manifestazioni religiose, manifestazioni sportive, sagre, feste di paese e fiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento