L'estate dei reati, aumentano le denunce: sanzioni per oltre 120mila euro

Conclusa l’operazione “Mare Sicuro 2018” la Capitaneria di Porto fa il bilancio delle operazioni che ha visto impegnati oltre 400 marinai

controlli in spiaggia

Più indisciplinati sulla costa ma, di contro, maggiore attenzione per chi va in mare e ne affronta i pericoli. Sono le indicazioni che nascono dalla lettura del bilancio di Mare sicuro 2018, l'operazione della Capitaneria di porto regionale che dal 16 giugno al 16 settembre ha messo in campo oltre 400 marinai, 39 mezzi terrestri, 25 unità navali di cui 8 costiere, 5 di altura e 12 mezzi minori litoranei, nonché quando necessario l’utilizzo dei mezzi aerei del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara per vigilare sulla stagione balneare. Sono stati effettuati quasi 12mila controlli ed elevati 349 verbali per un totale di circa 123mila euro di sanzioni: 69 per violazioni al codice della navigazione, 59 per la violazione di ordinanze balneari, 44 per violazioni del codice della nautica da diporto, 26 per violazioni inerenti la disciplina della pesca ricreativa/sportiva, 15 per violazioni delle norme sull’utilizzo del demanio marittimo ed in particolare sulla gestione degli stabilimenti balneari.  Rispetto alla stagione 2017 si è registrato un aumento delle sanzioni del 61,6% e del 36,4% delle notizie di reato inviate all’Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operazioni che hanno riguardato anche il soccorso delle persone: ben 19 quelle recuperate prive di vita, di cui 13 per annegamento dovuto a malore. Altre 96 sono state soccorse e recuperate (- 35,3% rispetto al 2017) mentre sono 22 (- 20%) le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche. Sul fronte dell'abusivismo, con spiagge pubbliche che venivano letteralmente occupate, la Guardia costiera ha liberato ben 4310 metri quadrati di spiaggia libera e 150 metri quadrati di mare, provvedendo al contempo al sequestro di 720 tra lettini e sdraio, 663 ombrelloni, 572 basamenti per ombrelloni, 35 attrezzature varie e giochi, 150 metri di reti da posta, gavitelli e boe, nonché l’elevazione di sanzioni amministrative per quasi 16mila euro. Massima attenzioni, infine, anche sui traghetti che scalano i nostri porti con verifiche tecniche e amministrative sul mantenimento degli standard di sicurezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento