Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Sicurezza: tra luglio e agosto 48 furti e 10mila chiamate al 113

Presentata l'attività dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico nei mesi estivi. I furti in abitazione diminuiscono del 40%. Le rapine sono stabili rispetto all'anno precedente. Fondamentali le segnalazioni dei cittadini

E' positivo il bilancio dell'attività di prevenzione e controllo del territorio svolto dalle volanti e dalle moto volanti "Nibbio" della questura di Ancona nei mesi di luglio ed agosto.

A presentare i dati nel corso di una conferenza stampa, il V.Q.A Cinzia Nicolini, dirigente delle volanti, l'ispettore Franco Pechini e il sovraintendente Andrea Pierpaoli. I controlli sul territorio vengono effettuati a scacchiera, in determinati giorni e in determinate ore vengono potenziate le pattuglie.

Importanti sono poi le segnalazioni dei cittadini. Ad esempio in via Trieste, la segnalazione di un cane maltrattato ha permesso anche di venire a conoscenza di un gruppo di persone sospette, di nazionalità polacca, che apparentemente non svolgono nessuna attività. Gli agenti hanno deciso di approfondire scoprendo un sottobosco sconosciuto che potrebbe anche portare sulle tracce di un probabile autore di un furto.

CRIMINI AD ANCONA: I NUMERI. I furti in abitazione rappresentano il reato più frequente nel capoluogo. In tutta l'estate si sono verificati 48 casi, avvenuti soprattutto nella fascia pomeridiana 17-18. Sono pochi rispetto al 2013 tanto che il calo è del 40%. Questo è dovuto ai controlli effettuati ogni giorno a seguito di studio e analisi da parte dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico.
Si sono poi verificati 3 scippi, due dei quali riconducibili allo "scippatore in Lambretta" arrestato pochi giorni fa dalla Squadra Mobile. L'uomo aveva strappato due collane d'oro a due signore anziane. La prima volta il 5 agosto alle Grazie e la seconda volta il 9 agosto in via Manzoni. Stretta è quindi la collaborazione tra i due uffici.
Le rapine invece, sono lo stesso numero dello scorso anno con la differenza che quest'estate sono state tutte scoperte. L'8 luglio al ristorante cinese, il 22 luglio in via Mamiani due uomini erano entrati negli uffici penitenziari armati di taglierino, il 18 agosto al supermercato Coal di Piazzale Loreto e il 21 agosto la rapina nella moschea di via Dalmazia. Nel corso dell'anno si sono verificate meno rapine in banca, negli uffici postali e nei centri commerciali, in quanto i rapinatori scelgono aree meno presidiate dalla polizia.

Non c'è una zona della città maggiormente colpita da questo tipo di reati. Sono a "macchia di leopardo". Sicuramente ci sono però delle zone più sensibili. Ad esempio, nel presidio ospedaliero di Torrette vengono commessi dei piccoli furti, ma la situazione è seguita dalle forze dell'ordine. Al Piano è stata condotta una capillare azione di censimento, e gli stranieri rimasti solo quelli che vi abitano regolarmente. Per quello che concerne poi  la Mensa del Povero e piazza Roma, vengono effettuati quotidianamente i controlli e censiti gli avventori ma se le persone dormono o bivaccano sulle panchine non commettono nessun reato, quindi non possono essere allontanate.

Tra luglio e  agosto sono state arrestate dalla Polizia 8 persone di cui 6 straniere: 2 arresti per rapina, 2 per furto in negozio, 3 per lesioni e uno per resistenza a pubblico ufficiale. 88 le persone denunciate di cui 58 straniere. 1524 le persone identificate, 11 i sequestri di armi da taglio o da punta,10.360 chiamate al 113 di cui 133 per liti (ogni mese arrivano 4-5 mila chiamate e ad ognuna di queste viene data risposta). 384 i controlli a persone sottoposte a restrizioni, 35 le persone accompagnate in Ufficio. 50 le sanzioni al Codice della Strada, 641 i veicoli controllati, 20 i veicoli sequestrati. Per quanto riguarda le misure di prevenzione, 5 i fogli di via emessi, 6 gli avvisi orali. Ogni giorno sono state impegnate da 12 a 16 pattuglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: tra luglio e agosto 48 furti e 10mila chiamate al 113

AnconaToday è in caricamento