Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

«Tornatene nel tuo paese, nero di m...», poi estrae un coltello: terrore sul bus

La lite furibonda è nata perché un ventenne ha chiesto ad un'altra persona di abbassare il tono della voce mentre parlava al telefono

foto di repertorio

Litiga con un passeggero di colore, pronuncia frasi razziste, poi estrae un coltello. Paura ieri pomeriggio su un mezzo della Conerobus. Sono dovute intervenire le Volanti della questura per riportare l’ordine, dopo che l’autista ha prontamente fermato il bus sulla Flaminia, a Torrette, e ha fatto scendere tutti per evitare rischi per l’incolumità dei viaggiatori. «Tornatene nel tuo paese, nero di m...» Questi e altri insulti sarebbero usciti dalla bocca dell’italiano, sulla quarantina, che si è allontanato prima dell’arrivo della polizia. La lite furibonda è nata perché un ventenne del Gambia gli aveva chiesto di abbassare il tono della voce mentre parlava al telefono.

Ne è scaturito un battibecco che è rapidamente degenerato: il giovane sarebbe stato insultato più volte per il colore della pelle, i due sono quasi venuti alle mani, fino a che l’italiano non l’ha minacciato, estraendo dallo zaino un coltello che per fortuna non ha usato. Le urla degli altri passeggeri hanno convinto l’autista della Linea C, diretta a Chiaravalle, ad accostare per evacuare il mezzo. Lui stesso ha chiamato la polizia che poi ha ascoltato il ragazzo africano e si è messa sulle tracce del passeggero scappato con il coltello. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Tornatene nel tuo paese, nero di m...», poi estrae un coltello: terrore sul bus

AnconaToday è in caricamento