Cronaca

Rapina alla fermata del bus, la minaccia con una siringa

Una giornalista anconetana è rimasta vittima di una rapina all'uscita della stazione ferroviaria di Porto San Giorgio. Il ladro le ha puntato contro una siringa, dicendo di essere malato di Aids

Una giornalista dell’Ansa di Ancona, Alessandra Massi, è rimasta vittima di una rapina all’uscita della stazione ferroviaria di Porto San Giorgio, in provincia di Fermo. La giornalista stava aspettando l’autobus al terminal, che quel momento era deserto, quando le si è avvicinato un giovane straniero, di carnagione chiara, abbigliato con jeans, giubbotto nero e berretto bianco.

Dopo aver scambiato qualche frase di circostanza l’uomo ha improvvisamente estratto una siringa e l’ha puntata contro la giornalista, dicendo di essere malato di aids e pronto a contagiarla se non le avesse subito consegnato la borsa e il pc. La Massi ha eseguito gli ordini del malvivente, ma con un sangue freddo e un coraggio notevoli si è lanciata all’inseguimento del ladro, che a un certo punto è scivolato in terra slittando sul ghiaccio, per rialzarsi subito dopo estraendo di nuovo la siringa, con la quale è tornato a minacciare la donna fino a convincerla a farlo andare via.

La coraggiosa giornalista a quel punto è entrata in una pizzeria, da dove ha subito contattato i carabinieri.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla fermata del bus, la minaccia con una siringa

AnconaToday è in caricamento