Cronaca San Paolo di Jesi

Malmenato e derubato, conviventi rapinati in casa sotto minaccia della pistola

Tre malviventi, uno forse armato di pistola, sono entrati forzando la finestra. Il proprietario li ha scoperti ed è stato picchiato a sangue

Picchiato, derubato e chiuso in bagno dai ladri insieme alla sua convivente. Notte di terrore a San Paolo di Jesi. Tra domenica e lunedì tre stranieri travisati da un passamontagna hanno forzato la finestra di un’abitazione e, dopo essere entrati in casa, hanno iniziato a rovistare in cerca di denaro e preziosi. I rumori hanno svegliato il proprietario, un uomo di 54 anni, che ha sorpreso i malviventi tentando una reazione.

L’uomo è andato incontro ai ladri urlando e cercando di fermarli, un gesto istintivo dalle conseguenze drammatiche: i tre, di cui uno forse armato di pistola, hanno risposto con calci, pugni e percosse violente al volto. Mentre picchiavano, secondo la testimonianza del malcapitato, parlavano in lingua non italiana. Alla fine l’uomo ha ceduto alle pretese dei malviventi e ha consegnato mille euro in contanti e alcuni oggetti d’oro. L’incubo però è finito solo dopo circa mezz’ora. Prima di lasciare l’abitazione infatti, i ladri hanno chiuso il 54enne in bagno insieme alla sua convivente. Le urla e le richieste di aiuto della coppia hanno allertato i vicini, che hanno liberato i due malcapitati.

La vittima è stata poi accompagnata in ospedale in codice giallo con lesioni al volto e non corre pericolo di vita. Per la compagna invece solo tanto spavento. La coppia è stata ascoltata dai carabinieri di Jesi, che insieme ai militari della stazione di Staffolo sono sulle tracce dei ladri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malmenato e derubato, conviventi rapinati in casa sotto minaccia della pistola

AnconaToday è in caricamento