Cronaca Via Roma

Castelplanio: rapina la farmacia e tenta la fuga in treno, arrestato

Con il volto semicoperto da occhiali scuri e dal cappuccio calato in testa, il giovane ha fatto irruzione nella farmacia pistola in pugno e ha intimato a titolare e dipendenti di consegnare l'incasso

Ha cercato di far perdere le sue tracce fuggendo in treno A. D. L., il giovane rapinatore 23enne di origini palermitane che attorno alle 19 di venerdì aveva rapinato pistola in pugno – secondo le sue dichiarazioni un’arma a salve – la farmacia Gianfranceschi di via Roma, a Casteplanio.

LA RAPINA. Con il volto semicoperto da occhiali scuri e dal cappuccio della felpa calato in testa, il giovane ha fatto irruzione nella farmacia intimando alla titolare e alle due dipendenti di consegnare l’incasso – 500 euro circa –  sotto la minaccia dell’arma.

LA FUGA. Il 23enne, una volta presi i soldi, ha abbandonato sul posto felpa e occhiali in un cassonetto vicino e si è diretto a piedi alla stazione, dove è salito sul treno regionale 2442, diretto ad Ancona.

L’ARRESTO. Nel frattempo i carabinieri erano stati allertati e, ricostruiti i movimenti del rapinatore, lo hanno fermato a Jesi, dov’era sceso, mentre cercava di scavalcare una recinzione. Il ragazzo ha dichiarato di aver gettato la pistola dal finestrino del mezzo in corsa, e che come detto non si trattava di un’arma capace di uccidere.  

Portato in commissariato, il giovane è stato riconosciuto dalla titolare della farmacia e dalle dipendenti, nonché incastrato dai filmati di videosorveglianza dell’attività, ed è stato condotto in cella a Montacuto. Il denaro è stato quindi restituito ai legittimi proprietari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelplanio: rapina la farmacia e tenta la fuga in treno, arrestato

AnconaToday è in caricamento