Cronaca Via Erbarella

Jesi: barista accoltellato e rapinato riesce a far arrestare il ladro

Il proprietario del Bar Erbarella è stato aggredito alla chiusura del locale, ferito con un coltello e rapinato, ma nonostante lo spavento è riuscito a fornire una descrizione capace di condurre i carabinieri al colpevole

Rapina a mano armata ieri sera a Jesi, in via Erbarella, attorno alle 22 e 40: il proprietario dell'omonimo Bar posto nella via non ha fatto in tempo ad uscire dal negozio che si è ritrovato un coltello puntato contro da un uomo con il volto coperto. Ne è scaturita una breve ma drammatica colluttazione, nel corso della quale il barista ha avuto la peggio ed è rimasto anche ferito. Il criminale lo ha quindi rapinato di alcune centinaia di euro e lo ha colpito alla testa prima di scappare a bordo di uno scooter.

Nonostante fosse ferito e comprensibilmente scosso dall'accaduto il gestore non si è perso d'animo: ha immediatamente chiamato il 112 e una volta arrivati i carabinieri sul posto ha dato un contributo decisivo alla risoluzione dell'indagine fornendo una puntuale e precisa descrizione dell'aggressore e del tipo di motorino utilizzato.
Gli uomini dell'arma sono quindi riusciti a risalire ad un noto pregiudicato, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. Si trattava infatti di G. M., 30 anni, di origini catanesi  ma residente da molti anni a Jesi: l'uomo è stato ricollegato al possesso del coltello ancora sporco di sangue, del denaro rubato e degli indumenti utilizzati per camuffarsi da parte del rapinatore, e quindi arrestato per il reato di rapina e lesioni aggravate. Attualmente si trova nel carcere di Montacuto.

I militari di Jesi hanno sottolineato come la collaborazione tra cittadini e Forze di Polizia sia indispensabile per l’identificazione degli autori di simili reati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi: barista accoltellato e rapinato riesce a far arrestare il ladro

AnconaToday è in caricamento