Terrore in banca, rapinatore minaccia la cassiera con una pistola poi fugge

La rapina non è andata a buon fine perché i soldi erano in una cassaforte temporizzata, ma è stata comunque una mattinata di terrore alla filiale Montepaschi

La filiale Monte dei Paschi di Siena di Pietralacroce

E’ entrato in banca a volto scoperto come un qualunque cliente, poi ha estratto la pistola, l’ha puntata in faccia alla cassiera e ha detto la frase più classica: "Dammi i soldi". La rapina alla Monte dei Paschi di Siena in via del Conero non è andata a segno solo perché il malvivente, tuttora ricercato dalla polizia, ha desistito. I contanti erano infatti custoditi in una cassaforte temporizzata, che il personale della banca non poteva aprire se non facendo scattare l'allarme automatico

Una mattinata di puro terrore quella di mercoledì alla filiale Montepaschi di Pietralacroce, che gli stessi impiegati vogliono dimenticare al più presto, tanto da non voler rilasciare dichiarazioni pubbliche. Lo hanno fatto solo davanti agli agenti della squadra Volanti, della Scientifica e della Mobile. Ai poliziotti la cassiera ha raccontato di aver visto entrare un uomo molto corpulento poco prima delle 12,30 e di essersi vista puntare una pistola addosso. Arma vera o una replica giocattolo? Al momento non lo sanno neppure gli investigatori. Secondo la testimonianza della malcapitata il rapinatore aveva un accento italiano. Quando gli è stato spiegato che l'apertura della cassaforte in un orario diverso da quello programmato nel timer significava l'attivazione automatica dell'allarme, il tentativo di rapina non ha avuto seguito. L'uomo ha abbassato la pistola ed è fuggito. In banca non c'erano clienti in quel momento e le videocamere di sorveglianza potrebebro aver ripreso il rapinatore in volto. Le immagini sono al setaccio dei poliziotti, mentre la Scentifica sta analizzando le tracce eventualmente lasciate sul posto. Gli stessi impiegati, nei minuti successivi alla rapina, hanno avvisato altre filiali dello stesso gruppo bancario e la telefonata alla polizia, secondo quanto risulta, sarebbe partita solo qualche minuto dopo.

Non è la prima volta che la filiale di Pietralacroce viene presa dai mira dai malviventi. Nel luglio 2016 i ladri fecero saltare il bancomat fuggendo con un bottino vicino ai 70mila euro.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento