Sindacati su Rai Marche, assemblea aperta e presidio sotto la sede regionale

a protesta è stata mossa da Slc Cgil, Snater, Uilcom-Uil, Ugl informazione e Libersind a sostegno del rinnovo contrattuale

Il presidio sotto la sede Rai

Assemblea aperta e presidio, questa mattina, a partire dalle 11, sotto la sede Rai di Ancona, ai quali hanno preso parte tutti i lavoratori della sede regionale, compresa la redazione giornalistica. La protesta è stata mossa da Slc Cgil,  Snater, Uilcom-Uil, Ugl informazione e Libersind a sostegno del rinnovo contrattuale, scaduto da ormai 41 mesi, e per scongiurare quanto contenuto nella convezione di servizio pubblico e radiotelevisivo che prevede un eventaule declassamento delle sedi regionali Rai a semplici presidi redazionali.

«I lavoratori della Rai regionale vogliono continuare a produrre un servizio di qualità – dichiara Guido Pucci, segretario Slc Cgil di Ancona/ Marche -, attraverso un lavoro di qualità, a garanzie delle competenze e imparzialità del servizio pubblico. Le politiche aziendali stanno svuotando  progressivamente professionalità e funzioni vitali dell’informazione del territorio, demandandone la copertura alle emittenti locali. Lo schema è quello classico: si riducono organici e appalti a ribasso. Una situazione per noi inaccettabile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento