Poca informazione da parte della Raffineria, l'Ugl all'attacco

Vincenzo Marino è stato nominato nuovo responsabile provinciale del settore Energia e petrolio del sindacato: «Tante domande senza risposta»

«Qual è il vero problema della Raffineria Api?». Se lo chiedono in Ugl a mesi di distanza dall'incidente al serbatoio Tk61 e nel giorno dell'ufficilizzazione di Vincenzo Marino a segretario provinciale Ugl del settore Energia e Petrolio. Marino, già alle Autonomie Locali, seguirà il comparto ad interim. «A nostro parere – dice - si sa attraverso i canali ufficiali della Raffineria. Chi chiediamo: Com’è possibile che una azienda di questa importanza, con rilevanza nazionale, abbia avuto repentinamente tutte queste continue problematiche? Quanto si sta facendo per ovviare alle criticità emerse?». 

Secondo Marino occorre ragionare da subito sulla situazione dei lavoratori, «come stanno vivendo questa situazione – aggiunge - e come vengono tutelati, cosa possiamo fare per aiutarli in caso di necessità. Da questo nasce la volontà di essere presenti sul territorio per aiutare tutti quei lavoratori che volessero avere un ulteriore canale di confronto per risolvere i loro problemi, per porci le loro domande o avere un consulto dai nostri legali. La tutela dei lavoratori e dell’ambiente in cui vivono, dei loro diritti è la nostra priorità come lo è sempre stato, e per questo motivo siamo a disposizione di quanti vorranno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento