rotate-mobile
Cronaca

Quattro etti di eroina purissima nascosta in un cespuglio: arrestato il pusher

La droga, se immessa nel mercato, avrebbe fruttato agli spacciatori un bottino di 15 mila euro. L’intervento dei carabinieri del Norm di Ancona, coadiuvati dai colleghi di Civitanova, hanno evitato che l’eroina finisse sulla piazza

ANCONA - Un nascondiglio lontano da occhi indiscreti, ma non tanto da non poter essere scovato dai carabinieri. Infatti nel tardo pomeriggio di ieri (9 febbraio) i militari del Norm della compagnia di Ancona, coadiuvati dai colleghi di Civitanova Marche, hanno scovato tra i cespugli, in una zona periferica di Recanati, una serie di involucri contenenti circa 400 grammi di eroina purissima che, se immessa nel mercato dello spaccio, avrebbe fruttato un bottino di 15 mila euro. Al momento del rinvenimento la droga doveva ancora essere suddivisa in dosi. 

Le indagini

Le indagini hanno preso spunto dall’arresto di un 32enne cittadino pakistano, sempre per opera dei Carabinieri di Ancona, a luglio scorso. L’uomo, sorpreso all’interno della sua abitazione di Recanati, era stato trovato in possesso di 60 grammi di cocaina purissima, 20 grammi di eroina e altrettanti di hashish, che aveva nascosto nel vano di raccolta di un'aspirapolvere, oltre ad armi e munizioni. Dietro all’armadio della camera da letto, sono stati trovati anche due mazzette di banconote di vario taglio per una somma complessiva di oltre 18mila euro. Accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale, per aver cercato di impedire ai carabinieri di entrare all’interno della sua abitazione scagliandosi contro di loro, lo straniero era stato arrestato per detenzione illecita di droga e resistenza a pubblico ufficiale, e quindi trasferito al carcere di Montacuto. A questo punto un altro e ben più pesante capo di accusa pende nei suoi confronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro etti di eroina purissima nascosta in un cespuglio: arrestato il pusher

AnconaToday è in caricamento