Protezione civile, pioggia di contributi per l'impegno nell'emergenza sanitaria

I contributi sono stati calcolati tenendo conto del numero di volontari messi in campo e delle ore dedicate da ognuno alle attività emergenziali di sostegno ai cittadini

FALCONARA - Il gruppo comunale di Protezione civile di Falconara fa il pieno di contributi regionali, grazie all’impegno dei volontari durante la prima ondata dell’emergenza sanitaria. Al gruppo falconarese la Regione Marche ha assegnato in totale circa 15mila euro, in parte da impiegare per spese di investimento (7.458,80 euro) e in parte per le spese correnti (7.492,14 euro). I contributi sono stati calcolati tenendo conto del numero di volontari messi in campo e delle ore dedicate da ognuno alle attività emergenziali di sostegno ai cittadini.

«Il contributo – ha scritto l’assessore alla Protezione civile Valentina Barchiesi in una comunicazione ai volontari – è un riconoscimento al grande impegno dimostrato da tutti voi durante il periodo di emergenza. Siamo stati uno dei Comuni più finanziati di tutta la Regione e questa, al di là dell’aspetto economico, è la soddisfazione più grande. Viene riconosciuto quanto sia stato e sia tutt’ora prezioso il vostro operato, non solo a livello comunale, ma anche regionale». «La bella notizia comunicata dall’assessore Barchiesi, la nostra Valentina, ci riempie di gioia, perché con questi denari avremo la possibilità di centrare altri obiettivi – ha scritto il coordinatore Mauro Malatesta ai volontari del suo gruppo –. Eravamo già contenti dei tanti attestati di stima, arrivati dal sindaco, dallo stesso assessore Barchiesi, dai nostri concittadini. I fautori di questa situazione siete voi, che siete stati presenti e disponibili in tanti, al punto da metterci in difficoltà per organizzare la partecipazione di tutti». Malatesta ha ringraziato anche il suo predecessore Alessandro Ferrucci e il volontario Luca Cappanera, che hanno gettato le basi per organizzare l’attività e per reperire la sede di via della Tecnica.

Durante i mesi di lockdown i volontari del gruppo comunale di Protezione civile si sono subito attivati per supportare il servizio di consegna a domicilio di spesa, pasti e farmaci attivati dal Comune, hanno distribuito i dispositivi di protezione nelle strutture residenziali di Falconara e tra le associazioni di volontariato, hanno affiancato Marche Multiserivizi per consegnare casa per casa le mascherine donate dall’amministrazione con il contributo di alcuni sponsor, hanno gestito interamente l’iniziativa della ‘Spesa solidale’, che ha coinvolto i cittadini nel donare generi alimentari alle famiglie più in difficoltà. Il gruppo falconarese si è di nuovo mobilitato per la seconda ondata dell’emergenza. Da sabato 24 ottobre i volontari hanno riattivato il servizio di consegna di farmaci e spesa (si può chiamare il 3316893242) e mercoledì 28 sono stati impegnati nella consegna di dispositivi di protezione e materiale sanitario, inviati dalla Regione, alle residenze per anziani di Falconara e degli altri Comuni dell’Ambito territoriale 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

Torna su
AnconaToday è in caricamento