Si prostituiva davanti alla chiesa, sequestrato centro benessere

Il blitz da parte della Polizia Municipale è scattato dopo che un agente in borghese si è finto un cliente. Al centro benessere sono stati apposti i sigilli

Era da mesi che uno strano via vai di uomini animava un centro benessere di Corso Carlo Alberto, a pochi passi dalla chiesa dei Salesiani. Tanti, forse troppi i clienti che ogni giorno entravano ed uscivano dall'attività, con i residenti nella zona che insospettiti avevano allertato la Polizia Municipale.

E' stato grazie a loro che gli agenti sono riusciti a ricostruire cosa si celava dietro al centro benessere, gestito da una donna cinese di mezza età. Ignaro invece il proprietario della struttura, che aveva affittato i locali senza sapere delle attività illecite che avvenivano all'interno. Nel centro infatti, oltre al servizio di massaggi, una prostituta, anch'essa cinese sui 40 anni, offriva prestazioni sessuali ai sui clienti, tutti compresi tra un età di 30 e 70 anni. Il costo? Per gli extra si doveva pagare una cifra che oscillava tra i 30 e gli 80 euro in base alle richieste che i clienti facevano alla donna.  Dopo alcune settimane di indagini, appostamenti ed interrogatori un agente in borghese si è finto proprio un cliente, aspettando che la prostituta gli offrisse una prestazione sessuale. A quel punto è scattato il blitz con i poliziotti che sono intervenuti bloccando l'attività illecita e ponendo i sigilli al centro benessere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento