Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia, arriva la polizia: prostituta sputa agli agenti e fugge nuda

Alla richiesta dei documenti si spoglia e fugge per i campi. I poliziotti la inseguono ma lei riesce ad atterrare un agente e a dare filo da torcere anche a un secondo: per fermarla ne servono ben quattro

La notizia è stata data dal quotidiano on line 60019 e naturalmente per la sua particolarità ha fatto parlare di sé. Nella notte tra il 24 e il 25 febbraio, a Senigallia, lungo la strada della Marina, in zona Cesano, una pattuglia di agenti ha fermato per accertamenti una ragazza di 26 anni, nigeriana, mentre usciva da un Club della zona con altre tre connazionali.
Appena gli agenti si sono avvicinati per svolgere il loro dovere la ragazza ha cominciato a dare in escandescenze: prima si è tolta i vestiti che aveva addosso, poi ha cominciato a lanciare insulti e sputi all’indirizzo degli agenti. I poliziotti hanno naturalmente conservato la calma e si sono limitati a chiedere i documenti alla turbolenta africana, che a quel punto si è data a una fuga disperata attraverso i campi circostanti, al di là della carreggiata.

I poliziotti si sono quindi lanciati all’inseguimento, ma la lotta era appena cominciata: la donna è infatti riuscita ad atterrare il primo agente e ha cominciato a sferrare pungi e calci anche al secondo. Per riportare la situazione alla normalità e bloccare la donna sono serviti altri due poliziotti.
Impeccabile il comportamento degli agenti, che hanno sempre conservato il sangue freddo in una situazione così paradossale.
La donna, E. F., era priva di documenti e si trovava in Italia come clandestina. Che svolgesse il mestiere più antico del mondo è un particolare emerso durante gli accertamenti. Ora è in libertà, in attesa del processo.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia, arriva la polizia: prostituta sputa agli agenti e fugge nuda

AnconaToday è in caricamento