Cronaca Jesi

Al Pronto Soccorso dopo l'incidente, sei ore di attesa senza essere visitato

Lo sfogo di un padre che ha raccontato la disavventura del figlio avvenuta nei giorni scorsi: «Sala d'attesa piccola e stracolma, nessuno si è accertato delle sue condizioni di salute»

Circa sei ore di attesa al pronto soccorso senza essere visitato da nessuno. È lo sfogo di un genitore che ha deciso di raccontare alla redazione di AnconaToday quanto è capitato al figlio nei giorni scorsi all'ospedale di Jesi. «Lunedì (il 9 aprile, ndr) verso l'ora di pranzo – ci spiega – mio figlio era in auto sulla strada provinciale 76 diretto verso Chiaravalle. A un certo punto la macchina che gli stava davanti ha rallentato perché quella prima ancora aveva messo la freccia per girare a sinistra. Anche lui ha rallentato ma è stato violentemente tamponato dalla vettura che gli stava dietro».

Un tamponamento a catena, dunque, con tre automobilisti coinvolti. Sul posto, ambulanze e polizia stradale. Il giovane, un 27enne, è stato portato in codice verde al pronto soccorso dell'ospedale di Jesi. «Saputo di quanto era accaduto – prosegue il racconto – ho raggiunto mio figlio. La sala d'attesa era stracolma. Erano le 13.30 e siamo rimasti lì fino alle 19.30 senza che nessuno si sincerasse delle condizioni di mio figlio. Come fa una persona ferita a sapere la gravità se nessuno gli dà un'occhiata, anche solo preliminare. Capisco che il codice di gravità era basso ma ciò non toglie che siamo rimasti in balia degli eventi senza avere una risposta». Alla fine, stanchi di aspettare, il ragazzo e il padre se ne sono andati senza visita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Pronto Soccorso dopo l'incidente, sei ore di attesa senza essere visitato

AnconaToday è in caricamento