menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Jesi: manutenzione strade, un progetto preliminare. Subito gli interventi più urgenti

La spesa complessiva è stimata in un milione di euro. Approvati anche i lavori per la nuova mini-piscina e per l'ascensore alla primaria "Conti"

Ci sono un po' tutte le strade della città, sia principali che secondarie, oltre ai marciapiedi nel piano di manutenzione straordinaria approvato dalla Giunta comunale di Jesi per una spesa complessiva che, a conti fatti, è stimata in un milione di euro.

Si tratta di un progetto preliminare che rappresenta la base di partenza rispetto al quale indirizzare gli interventi che l'Amministrazione comunale di volta in volta programmerà sulla base delle risorse disponibili. Un progetto inserito nel piano delle opere pubbliche e che sarà finanziato sia dal corrispettivo per la gestione dei parcheggi sia dalle alienazioni patrimoniali.

Un primo assaggio di tali interventi si concretizzerà a partire dalla prossima settimana quanto si procederà alla sistemazione di alcune strade, attraverso il ripristino di buche ed avvallamenti. La Giunta ha infatti stanziato 60 mila euro per alcuni lavori di urgenza che interesseranno viale della Vittoria ed alcune delle principali strade dei quartieri San Giuseppe e Minonna.

Nella stessa seduta la Giunta comunale ha approvato altri due importanti provvedimenti.

Con il primo è stato a autorizzata la realizzazione della nuova mini piscina comunale coperta. Si tratta di un intervento di 120 mila euro che prevede la realizzazione di una vasca dalle dimensioni d 8 per 4 metri accanto alla piscina comunale. Con una profondità variabile tra i 70 ed i 100 centimetri, sostituirà la vecchia piscina comunale alla “Conti” ormai non più idonea.

Con il secondo intervento è stato invece approvato il progetto di realizzazione dell'ascensore alla “Conti” per 38 mila euro. L'intervento fa seguito all'impegno dell'Amministrazione comunale dopo che erano state opportunamente segnalate le difficoltà di un alunno con problemi di deambulazione. Sarà finanziato con i risparmi che quest'anno si otterranno dalla riorganizzazione del servizio di refezione scolastica e che, come è stato più volte ricordato, saranno destinati proprio a mettere in sicurezza i plessi e ad abbattere le barriere architettoniche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento