Educazione alimentare e cura dell’ambiente, progetto educativo per i giovani studenti

Protagonisti della bellissima mattinata sono stati circa 60 studenti delle classi I°D, I°F e 3°C che hanno illustrato in aula magna il ciclo di attività di questi mesi

i è svolta questa mattina alla scuola secondaria di I° grado Marconi dell’IC Grazie-Tavernelle di Ancona la giornata di fine attività di “Ripartiamo dalla A – Alimentazione-Ambiente-Abitudini”, il nuovo progetto educativo, promosso dai punti vendita Auchan e Simply e realizzato da Legambiente Marche con la collaborazione delle società sportive, che si pone l’obiettivo di rendere consapevoli i più giovani sul tema della corretta alimentazione, sullo stretto legame esistente tra salute, scelte di consumi alimentari e conseguenze sull’ambiente, sul tema dello spreco di cibo e istruirli su come effettuare acquisti consapevoli attraverso la lettura delle etichette.

Protagonisti della bellissima mattinata sono stati circa 60 studenti delle classi I°D, I°F e 3°C che hanno illustrato in aula magna il ciclo di attività di questi mesi attraverso una presentazione da loro redatta e gestita, passando dal tema del rapporto tra alimentazione, ambiente e salute fino ad arrivare alle attività sportive a cui si sono appassionati. Successivamente i ragazzi, abbandonati per un po’ i banchi di scuola e armati di guanti, pinze, sacchi, rastrelli, si sono dedicati con entusiasmo alla pulizia del giardino della scuola e alla piantumazione di due piante di giuggiolo donate da Legambiente Marche e Auchan-Simply con il contributo anche di Organica srl di Cesena, includendo così nell’iniziativa le famose campagne di cittadinanza attiva di Legambiente “Puliamo il Mondo” e “Festa dell’Albero”, legate al progetto e nello specifico alla terza “A = Ambiente”.

Durante questa fase del progetto, infatti, i vari temi affrontati in classe nei mesi precedenti vengono approfonditi e portati in campo attraverso un’azione di cittadinanza attiva con le storiche campagne di Legambiente, mediante cui i ragazzi possono sperimentare in prima persona la correlazione tra “cultura alimentare”, “cultura del benessere” e il concetto di tutela del territorio e sostenibilità ambientale. “Alimentazione, Ambiente e Abitudini sono al centro di questo progetto – commenta Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche – che intende porre le basi affinché i più giovani diventino, un domani, consumatori più attenti e consapevoli di quanto una sana e corretta alimentazione possa essere preziosa per la propria salute e per il benessere del proprio territorio. Lo scopo è quello di diffondere conoscenze e comportamenti positivi per incentivare il consumo di alimenti sani, l’attività fisica, limitare lo spreco alimentare e sviluppare i concetti di rispetto e salvaguardia ambientale.”

Il progetto, mediante l’utilizzo di lezioni frontali e momenti di sperimentazione pratica svolti dai volontari di Legambiente con la collaborazione di esperti di società sportive, ha coinvolto le classi IV e V delle scuole primarie e dalla I alla III classe le scuole secondarie di primo grado degli istituti scolastici di Ancona, Falconara/Castelferretti e Chiaravalle e Osimo, per un totale di circa 500 studenti.  In questi mesi inoltre, attraverso l’introduzione alle discipline sportive tra cui pallamano, pallavolo e atletica leggera, è stato anche illustrato agli studenti il connubio tra corretta alimentazione e attività fisica regolare, fondamentale per uno stile di vita sano, grazie all’ausilio delle società sportive “S.E.F. Stamura” di Ancona, “ASD Pallamano” di Chiaravalle”, “Volley Game ASD” di Falconara, “G.S. Pallavolo Sabini” di Castelferretti e “ASD Polisportiva Arcobaleno” di Osimo.

“Siamo lieti per l'interesse che il nuovo progetto ha suscitato negli alunni e docenti, confermandoci al fianco di Legambiente ormai da oltre otto anni - ha dichiarato Lorenzo Bertini, responsabile regionale Supermercati Simply di Auchan Retail Italia - l'attenzione alla sana alimentazione, all’acquisto consapevole, alle buone abitudini e il rispetto dell’ambiente devono essere la base per migliorare la nostra qualità di vita. La promozione di politiche di sostenibilità e il supporto ad iniziative ecologiche e sociali, come quelle del progetto, presentate in questi mesi nelle scuole, sono i nostri principali impegni di responsabilità sociale e ambientale sul territorio.”

Al termine della mattinata è stato rilasciato ad un rappresentante di ogni classe e al dirigente scolastico un attestato di partecipazione per ricordare gli insegnamenti trasmessi nel corso del progetto e dell’iniziativa. Le scuole che hanno aderito al progetto: IC Ancona Nord – scuola primaria “D. Alighieri”; IC Novelli Natalucci – scuola secondaria primo grado Leopardi-Pascoli (plesso “Pascoli”); IC Grazie Tavernelle – scuola secondaria primo grado “Marconi” per il comune di Ancona; IC Falconara Centro – scuola secondaria primo grado “G.Cesare”; IC Raffaello Sanzio – scuola secondaria primo grado “Montessori” per il comune di Falconara/Castelferretti; IC Maria Montessori – scuola primaria Chiaravalle per il comune di Chiaravalle; IC Bruno da Osimo – scuola secondaria primo grado “G. Paolo II” per il comune di Osimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento